Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, teatro. Successo per il debutto del Don Pasquale | Video

Esplora:


Strepitoso debutto del “Don Pasquale”, opera buffa in tre atti di Gaetano Donizetti, prodotta dall’associazione XXI Secolo, andata in scena venerdì scorso al Teatro dell’Unione. Alla prima, tra il pubblico delle grandi occasioni che ha occupato le prime file della platea anche autorità, come il questore di Viterbo Giancarlo Sant’Elia, e politici, in questo periodo a caccia di consensi, come Laura Allegrini, Luisa Ciambella, Chiara Frontini, il sindaco di Vitorchiano, Ruggero Grassotti, e l’ex sindaco Giovanni Arena, il quale, durante la pausa tra il primo e secondo atto, lasciando il foyer e raggiungendo dei conoscenti all’esterno, ha esclamato: “Sono accerchiato da candidate sindache! Me la sono svignata!”. Battuta sintomatica di un clima politico piuttosto rovente. Sul palco i solisti del primo cast Gaetano Merone (Don Pasquale), Fabrizio Brancaccio (Dottor Malatesta), Shengzu Ou (Ernesto) e Gesua Gallifoco (Norina), vincitori del Premio Fausto Ricci nella categoria Ruoli d’Opera, sono stati acclamati dal pubblico, che non ha risparmiato lunghi applausi al termine dei passaggi più noti dell’operetta, e accompagnati dall’orchestra sinfonica EtruriÆnsemble, che ha offerto una prova superba delle capacità ormai consolidate sotto la guida del direttore Fabrizio Bastianini. Apprezzata allo stesso modo la performance dell’ensemble vocale Il Contrappunto, diretto da David Barrios, che ha coinvolto gli spettatori sfilando tra i palchetti e nei corridoi in platea. A stupire anche la scenografia dinamica, impostata su pedane rotanti, curata da Nicola Rubertelli, scenografo di fama internazionale, e realizzata da un’azienda viterbese, sulla quale vibravano le luci concepite dal light designer Luigi Della Monica. Il tutto coordinato dalla regia impeccabile di Mariano Baudin e arricchito dai costumi confezionati dagli allievi dell’Istituto Orioli, sotto la supervisione della costumista Marianna Carbone. Anche gli studenti sono stati invitati a fianco degli artisti sul proscenio per raccogliere gli applausi che si sono protratti per circa 10 minuti. Il “Don Pasquale” ha mantenuto quelle che erano le promesse dell’evento musicale dell’anno che ha dunque aperto la prima edizione di OperÆtruria, il Festival musicale dell’Etruria Meridionale, in collaborazione con il ministero della Cultura, la Regione Lazio, il Touring Club di Viterbo e le città che ospiteranno gli spettacoli. Nei prossimi mesi la produzione viterbese calcherà i palcoscenici di Orvieto, Civitavecchia, Chiusi, Rieti, Novara, Rovereto, Sassari, Chieti e Cosenza. La seconda replica andrà in scena al Teatro dell’Unione oggi pomeriggio alle 16,30 con i protagonisti del secondo cast anche loro scelti tra i candidati del Premio Ricci e che si sono aggiudicati i ruoli della seconda sezione del concorso e sono: Francesco Leone (Don Pasquale), Matteo Guerzè (Dottor Malatesta), Airi Sunada (Norina), Marco Puggioni (Ernesto), Filippo Malvezzi (Un notaro).