Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il piano di pace in Medio Oriente di Trump: soluzione 2 Stati

Washington, 28 gen. (askanews) - Un piano di pace che prevede la creazione di uno Stato palestinese, con Gerusalemme est come capitale, e il riconoscimento della sovranità israeliana sulle colonie in Cisgiordania. Un obiettivo da realizzare con negoziati nell'arco di quattro anni. E' il piano di pace in Medio Oriente presentato dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, nel corso di una conferenza a Washington con al fianco il premier israeliano Benjamin Netanyahu. "Oggi Israele compie un grande passo verso la pace. I giovani di tutto il Medio Oriente sono pronti per un futuro di maggiori speranze e i governi di tutta la regione stanno realizzando che il terrorismo e l'estremismo islamico sono il nemico comune di tutti" ha dichiarato Trump. Il presidente degli Stati Uniti ha anche detto che il Piano per la pace presentato alla Casa Bianca è "l'ultima chance per i palestinesi". Grazie al piano statunitense, secondo Trump, "raddoppierà il territorio palestinese e darà loro una capitale a Gerusalemme Est, dove l'America aprirà con orgoglio un'ambasciata". "I palestinesi meritano un'opportunità per una vita migliore" ha aggiunto. Per realizzare il piano gli Stati Uniti stanzieranno 50 miliardi di dollari destinati ai palestinesi. Trump ha inoltre promesso posti di lavoro e al tempo stesso ha avvertito che per mandare tutto a buon fine i palestinesi devono fermare Hamas e lottare contro la corruzione. Un "piano senza senso" quello su Gerusalemme, il lapidario commento di Hamas.