Catalogna, "Madrid vuole lo scontro, ma noi siamo pacifici"

Parla la Segretaria alle Relazioni estere del governo catalano

21.10.2019 - 21:01

0

Roma, 21 ott. (askanews) - Una sentenza contro i leader indipendentisti catalani che "è vendetta, non giustizia", e il tentativo del governo e dei media spagnoli di mostrare il movimento indipendentista come violento, insistendo sui disordini quasi quotidiani degli ultimi giorni perpetrati da gruppuscoli violenti che hanno provocato molti danni soprattutto a Barcellona. Così Mireia Borrell Porta, Segretaria per le relazioni esterne e l'Unione europea del governo autonomo catalano, ha spiegato in un'intervista ad Askanews la posizione dell'esecutivo della Generalitat sul giudizio della Corte Suprema di Madrid, che ha condannato 12 leader politici e della società civile catalana, nove dei quali a pene di prigione pesanti, fra i 9 e i 13 anni.

"Il movimento indipendentista è sempre stato pacifico e ha come bandiera la non violenza, questo si è visto in tutte le manifestazioni da oltre otto anni: manifestazioni di un milione o un milione e mezzo di persone, numeri mai visti in Europa, assolutamente pacifiche, senza nemmeno una pattumiera rotta. Come governo rifiutiamo qualsiasi violenza, da qualsiasi parte venga, anche i prigionieri politici hanno detto lo stesso in un comunicato.

"Va detto che si sono viste anche immagini della polizia molto criticabili e molto dure. Anche questo va investigato, si parla molto anche della presenza di infiltrati: è evidente che la narrazione che si cerca di fornire dal governo centrale spagnolo è che quello catalano sia un movimento violento, così come con questa sentenza si vuole far credere che i prigionieri politici siano violenti. Questo lo rifiutiamo: rifiutiamo la violenza e anche la sentenza. Le persone che ora sono in prigione non hanno mai, in nessun momento, commesso violenze: l'unica cosa che hanno fatto è stato organizzare un referendum e delle manifestazioni".

Ma la società catalana non è più spaccata di prima, dopo il referendum dichiarato illegale da Madrid ma ugualmente organizzato dal governo catalano il primo ottobre del 2017, a cui hanno partecipato due milioni di persone votando a stragrande maggioranza "sì" all'indipendenza?

"Non c'è un problema di convivenza in Catalogna: ancora una volta è la narrazione della destra spagnola che vuole portare un problema che nell'Europa del XXI secolo andrebbe affrontato votando, sul piano della convivenza, di una presunta frattura sociale. Non è così: chi vive in Catalogna sa che non c'è questa frattura, quello che c'è è divergenza di opinione sull'indipendenza, mentre sul diritto di votare in un referendum c'è un consenso molto ampio nella società catalana, fra il 70 e l'80% della popolazione crede che un referendum sia utile per risolvere il problema".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Manovra, Salvini: "Da Lega emendamento per Venezia, 100mln per Mose"

Manovra, Salvini: "Da Lega emendamento per Venezia, 100mln per Mose"

(Agenzia Vista) Roma, 13 novembre 2019 Manovra, Salvini: "Da Lega emendamento per Venezia, 100mln per Mose" Il segretario della Lega, Matteo Salvini, in conferenza stampa a Montecitorio con i capigruppo di Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo. Così il senatore Salvini: "L'opera del Mose è fondamentale anche se non riguarda la zona di San Marco, su cui bisogna fare altre ...

 
Manovra, Salvini: "Presentata da incapaci di intendere e volere"

Manovra, Salvini: "Presentata da incapaci di intendere e volere"

(Agenzia Vista) Roma, 13 novembre 2019 Manovra, Salvini: "Presentata da incapaci di intendere e volere" Il segretario della Lega, Matteo Salvini, in conferenza stampa a Montecitorio con i capigruppo di Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo. Così il senatore Salvini: "Ora faremo un enorme sforzo sulla manovra presentata da incapaci di intendere e volere. Non capisco se c'è gente ...

 
L'artista ipovedente Sandra Constantini espone le sue creazioni

Viterbo

Sandra Constantini espone le proprie opere

Inaugurata a Viterbo la mostra dell’artista ipovedente Sandra Constantini al Museo della ceramica della Tuscia in via Cavour 67. L’esposizione, dal titolo “Attraverso le mani ...

10.11.2019

Grande mostra dedicata al maestro della pittura Achille Perilli

Bagnoregio

Grande mostra dedicata al maestro Perilli

L'arte di Achille Perilli, uno dei principali artisti del Novecento, è al centro di una mostra che sarà inaugurata giovedì 14 novembre. La mostra “Achille Perilli. Beyond”, ...

10.11.2019

Caffeina, divorzio da Viterbo: il Christmas Village emigra

Cultura

Caffeina, divorzio da Viterbo: il Christmas Village emigra

''Non ci sono le condizioni per fare il Christmas Village a Viterbo anche per il 2019". Caffeina prende cappello e va in esilio. Il presidente della Fondazione Carlo Rovelli, ...

08.09.2019