Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tuscania, e le sconfitte (di fila) sono tre

L'ex Moretti premiato dalla Bolgia

Alessio Deparri
  • a
  • a
  • a

MAURY'S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA-SIECO SERVICE ORTONA 0-3 PARZIALI 19-25, 20-25, 10-25 MAURY'S ITALIANA ASSICURAZIONI Buzzelli 3, Marchisio (L) 1, Festi 7, Leoni, Vitangeli, Ottaviani 6, Rossi, Di Felice 9, Shavrak 8, Silva, Alborghetti 4, Krumins 1. All.: Tofoli e Grezio SIECO SERVICE ORTONA Simoni 8, Guidone 4, De Paola 11, Michalovic 18, Cortina (L), Di Meo 6, Lanci A., Maiorana, N.E.: Matricardi, Toscani (L), Cisolla, Moretti, Orsini. All.: Lanci e Flacco ARBITRI Merli di Terni De Simeis di Lecce NOTE Tuscania: ace 2, battute sbagliate 12, muri 5, ricezioni perc. 57%, attacco 36%. Ortona: ace: 3, battute sbagliate 6, muri 7, ricezioni perc. 34%, attacco 52%. Durata Set: 24', 27', 22'. Totale: 1h 13'. Spettatori 600 circa Un'altra domenica da incubo per il Tuscania inizia in un clima festoso sugli spalti, quando una rappresentanza dei tifosi della Bolgia consegna una targa ricordo all'ex Daniele Moretti, come riconoscimento per il contributo dato la scorsa stagione al Tuscania Volley per la promozione in serie A2. Non era nelle previsioni vincere contro l'Impavida Ortona, ma almeno giocare una partita con grinta e carattere - come fatto in altre occasioni - ed anche per riscattare le ultime scialbe prove. Questo i tifosi della Bolgia se lo aspettavano ed hanno dato ancora una volta dimostrazione della passione che nutrono nei confronti del team di Paolo Tofoli. Partita, invece, non c'è stata. La superiorità degli abruzzesi, che hanno dimostrato tutto il loro valore di squadra, è stata evidenziata anche dalla prova dei singoli: Michalovic una macchina da guerra impressionante, Simoni e Guidone, due signori centrali sempre attenti e precisi e De Paola e Di Meo, che ha sostituito l'indisponibile Cisolla, hanno svolto al meglio il loro compito da posto 4, mentre il regista Lanci ha distribuito palloni in maniera perfetta ed il libero Cortina ha coperto il campo come pochi. I padroni di casa: inconsistenti in maniera sconcertante, alle prime difficoltà si sono disuniti senza avere un minimo di reazione. Ancora troppi gli errori commessi soprattutto al servizio, dove in ogni match Tuscania concede troppi punti agli avversari. Tofoli le ha provate tutte cambiando a ripetizione: nulla da fare. Unica nota positiva la prova del giovane opposto Di Felice che in un set e mezzo ha messo insieme 9 punti ed è stato l'unico a creare difficoltà agli uomini di Lanci.