Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Successo in trasferta al tie break della Maury's Com Cavi Tuscania

Alessio Deparri
  • a
  • a
  • a

BCC LEVERANO-MAURY'S COM CAVI TUSCANIA 2-3 PARZIALI 25-17, 23-25, 25-22, 23-25, 12-15 BCC LEVERANO Sciurti ne, Schipilliti 4, Cagnazzo G. ne, Galasso, 16, Torchia (L), Balestra ne, Leone 15, Hukel 23, Orefice 24, Cagnazzo S., Serra 9, Pisanelli ne. All. Zecca. Ass. Firenze MAURY'S COM CAVI TUSCANIA Buzzelli, Ranalli ne, Leoni 1, Pace (L); De Paola 11, Campana ne, Rossatti 25, Ceccoli, Ferraro 15, Ragoni ne, Ceccobello 9, Tognoni, Polluaar 17. All. Tofoli. Ass. Barbanti ARBITRI Christian Palumbo e Alessandro Pietro Cavalieri La Maury's Com Cavi Tuscania continua la serie positiva e torna da Taviano (Lecce) con due punti davvero preziosi per la classifica. Trasferta insidiosa quella in casa della Bcc Leverano con il Tuscania che, come purtroppo avviene di frequente in questo scorcio di campionato, si lascia sorprendere nel set inaugurale, questa volta da un Leverano ben determinato a conquistare punti salvezza. Il primo parziale si chiude in favore dei pugliesi che trovano in Galasso e Hukel due cecchini davvero infallibili: 25-17. Il tempo di riordinare le idee e Tuscania torna in campo decisa a reagire. Rossatti e compagni ritrova efficacia dai nove metri e mettono in difficoltà la ricezione pugliese. Il parziale si sblocca grazie a due muri consecutivi dei centrali laziali su Orefice e Galasso. Ci pensa poi Rossatti e mettere a terra il punto che chiude il set sul 23-25. Il terzo parziale inizia con Hukel e capitan Orefice di nuovo sugli scudi. E' un punto a punto fino al 19 pari quando un attacco fuori misura di De Paola consente agli avversari il break decisivo: 25-22. Per approfondire leggi anche: Tuscania supera Ottaviano in tre set nell'ultima in casa al PalaMalè Quarto set con il Tuscania subito in avanti trascinata da un Rossatti davvero incontenibile sia dai nove metri che in attacco. Il muro bianco azzurro riprende a funzionare come deve e alla fine è ancora Rossatti, miglior realizzatore del match con 25 punti messi a segno, a chiudere il set 23-25 che riporta gli ospiti in parità. Si va al tie-break con Tuscania che parte subito forte (1-6), salvo poi subire il ritorno di Leverano (7-9). Il muro di Leoni su Orefice apre la strada al successo laziale con il solito Rossatti che mette a terra il punto decisivo del 12-15.