Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Immobili abbandonati a Viterbo, il piano del Comune

Mattia Ugolini
  • a
  • a
  • a

Oggi Consiglio straordinario sugli immobili di proprietà del Comune. In primo piano quelli abbandonati o in stato fatiscente, sui quali occorre investire o che, al contrario, vanno venduti. Passaggi da approfondire nel Piano di alienazione e valorizzazione del patrimonio comunale, ordine del giorno della seduta che si tiene nel pomeriggio.

Il Consiglio è stato richiesto da quasi tutta l’opposizione, quindi Pd, Lega e FdI, ad eccezione di Luisa Ciambella (Per il bene comune). Quello che realmente interessa alla minoranza è capire come intende muoversi sul fronte immobiliare il sindaco Chiara Frontini e la sua maggioranza. Si parlerà dunque del rilancio o dell’eventuale vendita di terreni, case e palazzi di proprietà dell’Ente, con particolare attenzione ai valori degli immobili. Stando a quanto richiesto dalla minoranza va stilata una sorta di cronoprogramma.

Qualcuno ipotizza che quello di Chiara Frontini, dato il suo pragmatismo, possa essere quinquennale. Del resto, di immobili in preda al degrado, in città, ce ne sono e anche diversi. Tre su tutti: il Teatro Genio, l’ex ristorante La Zaffera di piazza San Carluccio, il centro servizi fantasma di Valle Faul, le ex scuderie di piazza Sallupara e il Lazzaretto. Tutte strutture ferme con le quattro frecce da anni che vanno necessariamente rivitalizzate da Palazzo dei Priori.

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DI GIOVEDI' 24 NOVEMBRE (Edicola digitale)