Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, dolci. Il Tg1 nella pasticceria Casantini per raccontare 60 anni di storia

P. D.
  • a
  • a
  • a

La storia della pasticceria Casantini è stata raccontata ieri, 22 novembre, sul Tg1 delle 13.30, in rappresentanza delle migliaia di imprese artigiane italiane targate Confartigianato. Nel giorno in cui a Roma si è tenuta l’assemblea nazionale della Confederazione, a cui ha partecipato la premier Giorgia Meloni, con la presenza anche del presidente Michael Del Moro e della delegazione viterbese, le telecamere del telegiornale Rai hanno seguito a Viterbo la giornata di lavoro del maestro pasticcere Virginio Casantini, responsabile provinciale di Confartigianato alimentazione.

 

Casantini ha raccontato la sua storia, identica a quella di tanti piccoli artigiani italiani che valorizzano il Made in Italy e sono esempio di resilienza in mezzo a mille difficoltà.

 

Fondata da Mario Casantini negli anni ‘60, la storica omonima Pasticceria dal 1998 è passata ai figli Virginio e Katia, che hanno trasformato un’impresa a gestione familiare in un’azienda con quattro punti vendita, tre laboratori, trenta dipendenti e un fatturato importante: “La mia giornata inizia presto, in laboratorio, poi prosegue con le consegne a bar e locali che serviamo - ha raccontato Virginio -. Teniamo duro, nonostante i rincari energetici e l’aumento esponenziale delle materie prime di qualità. Per far fronte al caro prezzi, io e mia sorella abbiamo deciso di rinunciare al nostro giorno di riposo, ruotando il personale, per tenere aperto almeno un punto vendita sette giorni su sette”.