Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni regionali: chance per pochi. Cambia la mappa del potere politico

  • a
  • a
  • a

Modificata profondamente dalle elezioni nazionali, la mappa del potere politico subisce nuove scosse in vista delle regionali. Nel centrodestra, a fronte di un Francesco Battistoni (FI) ridimensionato e di un Mauro Rotelli (FdI) non soddisfatto, a quanto pare, della presidenza della commissione ambiente, vorrebbe puntare a un seggio alla Pisana l’ex senatore Umberto Fusco, ma, sondaggi alla mano, né per lui, né per eventuali altri pretendenti della Lega, si tratterebbe di un’impresa alla portata.

 

Gli osservatori sono infatti concordi nell’attribuire a Fratelli d’Italia l’unico posto sicuro per la provincia di Viterbo. Allo stato attuale il partito di Giorgia Meloni si aggiudicherebbe inoltre, qualora scattasse, anche il secondo seggio. In pole position, in questo quadro, l’ex sindaco di Civita Castellana e attuale coordinatore provinciale di FdI, Massimo Giampieri.

 

Ma Scalpitano anche Daniele Sabatini e Gianluca Grancini. A quest’ultimo, però, sarebbe stato promesso un posto in Consiglio comunale, dove, primo dei non eletti, potrebbe rientrare se Laura Allegrini venisse nominata assessora regionale. Si profila intanto uno scenario da fine impero per Forza Italia e anche per il presidente della Provincia, Alessandro Romoli, che ormai non sembra più avere speranza alcuna di trasferirsi da Palazzo Gentili a Roma. 

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 22 NOVEMBRE (Edicola digitale)