Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Covid. All'ospedale di Belcolle si cercano posti letto per i positivi

R. V.
  • a
  • a
  • a

Il timore che il Covid possa ancora rappresentare un pericolo serio per la salute dei cittadini, e un’insidia per la tenuta del sistema sanitario, è tutt’altro che archiviato. Prova ne è che, in vista della stagione fredda, in previsione cioè di un maggior numero di persone a rischio contagio, anche la Asl di Viterbo sta predisponendo in questi giorni un piano per la riapertura di un intero reparto di medicina dedicato alla cura e all’assistenza dei pazienti più fragili.

 

Secondo indiscrezioni, per far posto alla medicina Covid, si sta valutando la possibilità di trasferire all’ospedale di Tarquinia, già nel giro di qualche settimana, l’intero reparto di ortopedia. Una decisione che però, se confermata, non sarebbe condivisa dai sindacati di medici e infermieri, oltre che da molti degli operatori direttamente interessati.

 

 

In primis, quelli dei servizi di emergenza che si troverebbero costretti in questo modo a fare continuamente la spola tra l’ospedale di Belcolle e quello di Tarquinia, il che, oltretutto e soprattutto, metterebbe anche a rischio la disponibilità delle ambulanze e degli operatori che vi lavorano a bordo. E’ probabile che, prima di mettere nero su bianco il piano riorganizzativo, si attenda di capire meglio quale sarà l’andamento della curva dei contagi. Di sicuro, il trasferimento di ortopedia appare ai più improponibile.

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 22 NOVEMBRE (Edicola digitale)