Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, marijuana a chilometri zero nascosta nella soffitta. Indagato sessantenne di Farnese

B. D.
  • a
  • a
  • a

Forse aveva deciso di arrotondare vendendo la marijuana a Km zero, ossia coltivata nel suo orto in un terreno poco fuori dal centro abitato di Farnese. Un sessantenne del posto è stato arrestato nei giorni scorsi dai carabinieri che hanno sequestrato le piante e 1 chilo e 700 grammi di marijuana, pronta per essere venduta, che l’uomo nascondeva nel suo appartamento.
Dalla droga sequestrata - riferiscono i carabinieri - si potevano ricavare 11.000 dosi. E’ quello che è emerso dalle delle analisi di laboratorio eseguite presso il dipartimento delle scienze ecologiche e biologiche dell’Università della Tuscia.

 

L’operazione anti droga risale al 14 settembre quando, nel pomeriggio, un carabiniere della stazione di Bagnaia, libero dal servizio, aveva deciso di controllare di un automobilista sospetto in sosta in viale Fiume, trovandolo in possesso di involucro di cellophane contenente alcuni grammi di marijuana. 
Il militare ha chiamato subito i colleghi di turno che sono arrivati sul posto accertando che l’uomo, il sessantenne appunto, abitava a Farnese. Hanno deciso dunque di perquisire il suo appartamento e in una soffitta abitabile, un sottotetto, sono stati trovati 1 chilo e 700 grammi di marijuana che era stata nascosta in scatole di plastica e barattoli trovati all’interno di cassetti e armadi. Nella stanza è stato trovato anche un ramo essiccato di canapa indiana.

 

A quel punto i militari si sono messi a cercare le piantine e le hanno trovate in un terreno poco lontano dall’abitazione che è nella disponibilità dell’uomo che è indagato per coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio
Il farnesano veniva è stato sottoposto agli arresti domiciliari e dopo l’udienza di convalida, per l’assenza di precedenti penali, è stato rimesso in libertà dal giudice in attesa del giudizio.