Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, indagine della Finanza su Talete. Fiamme Gialle passano al setaccio i bilanci

Talete Gli uffici nella sede di via Romiti

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

Le carte e i bilanci della Talete spa dal 2016 a oggi al setaccio delle fiamme gialle. Da due settimane, secondo quanto riportato ieri 4 ottobre dal sito Etrurianews, gli uomini del Nucleo di polizia economico-finanziario della Guardia di finanza di Viterbo sono impegnati, tutti i giorni in uno degli uffici della sede di via Romiti, nel controllo dei documenti dell’azienda idrica. 
Interpellato dallo stesso sito Etrurianews, l’amministratore unico di Talete Salvatore Genova ha confermato l’attività in corso da parte dei finanzieri, definendola importante anche se di routine. 

 


 

“Ho chiesto loro di approfondire l’ultimo periodo di gestione – ha dichiarato Genova – e di darmi una mano a capire meglio quanto accaduto negli ultimi anni”. Il manager ha poi escluso che all’origine di queste verifiche possa esserci un’indagine aperta dalla Corte dei conti, sottolineando anche come quella in corso sia la seconda visita compita dalla Finanza negli ultimi mesi. Come attività di routine sembra un po’ troppo pressante e serrata. Ma tant’è. Stando ai pochi particolari emersi, i finanzieri starebbero controllando i rapporti commerciali tra l’azienda e i comuni soci.

 

 

La notizia è arrivata ieri in un momento particolarmente concitato per Talete, alla vigilia del consiglio comunale straordinario di oggi, chiesto dalle opposizioni proprio per fare il punto sul futuro dell’azienda con l’amministratore unico (a cui nell’altro consiglio straordinario voluto dalla maggioranza non era stato permesso di intervenire) e con il presidente della Provincia e dell’Ato Alessandro Romoli. Di sicuro, durante la seduta non mancheranno cenni anche a questa indagine che sta svolgendo la Finanza sugli ultimi anni di gestione della Talete. 

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 5 OTTOBRE (Edicola digitale)