Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Truffa dei formaggi, sfilano i testimoni

In tribunale

  • a
  • a
  • a

Sfilano altri testimoni al processo a carico del titolare e del rappresentante di un’azienda di Civita Castellana, specializzata nella produzione di formaggi e prodotti tipici. I due imputati furono denunciati a dicembre del 2016 da una 72enne ternana, titolare di un negozio di generi alimentari e ristorante ad Otricoli, alla quale avrebbero fatto pagare in più circa 1.200 euro al mese per un anno. Lo stesso sarebbe avvenuto a Orte e in provincia di Rieti. Ieri davanti al giudice Elisabetta Massini hanno deposto alcuni soci-lavoratori impiegati presso i supermercati truffati. “Tra il 2015 e 2016 ero direttrice del il punto vendita di Magliano Sabina - ha dichiarato una 36enne-. Fummo avvisati dai colleghi dell’altra cooperativa di quanto stava accadendo con gli imputati e furono loro a suggerirci di controllare le bolle di accompagnamento dei prodotti. A settembre 2016 riscontrai effettivamente differenze tra pesi e quantità. L’agente di commercio si presentava al banco gastronomia a chiedere cosa servisse e prendeva gli ordini. Dopo tornava nel suo camion dove aveva la merce e pesava i prodotti con l’impiegata del reparto, annotando il tutto su un taccuino. Poi faceva ritor