Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, omicidio Barchi. Perizia psichiatrica per Azzurra Cerretani, le conclusioni nel 2023

V. T.
  • a
  • a
  • a

Omicidio Barchi, il destino di Azzurra Cerretani, che rischia di finire a processo, è legato a una perizia sulla sua capacità di intedere e di volere.Sarà sentito a gennaio 2023 il perito nominato dal gup e al quale è stata commissionata la perizia psichiatrica che il professionista eseguirà su Azzurra Cerretani, la 29enne rinviata a giudizio a dicembre 2021, a 4 anni dalla morte violenta del 42enne Daniele Barchi, con l’accusa di omicidio volontario aggravato in concorso con l’allora fidanzato Stefano Pavani già condannato a 15 anni.

Si tratta di Federico Trobia, medico psichiatra e psicoterapeuta, esperto in psicopatologia forense. Ieri durante l’udienza celebratasi presso l’aula 1 di Palazzo di giustizia, lo specialista è stato nominato ufficialmente dal giudice dell’udienza preliminare Giacomo Autizi. L’accoglimento della richiesta di rito abbreviato secco, condizionato da una perizia psichiatrica sulla ventenne risale a prima della pausa estiva ed è stata promossa a febbraio scorso dal difensore, l’avvocato Fausto Barili, il quale si è riservato di nominare il proprio consulente, come il legale dei familiari della vittima, l’avvocato Pasqualino Magliuzzi, che a sua volta si è riservato in merito alla nomina del consulente di parte civile.

 

La prossima udienza è stata calendarizzata al 19 gennaio dell’anno prossimo per l’ascolto delle conclusioni del perito scelto dal gup.