Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Cotral. Bus strapieni e spesso in ritardo a Vignanello, sale la protesta

A. P.
  • a
  • a
  • a

I genitori degli studenti che usufruiscono del servizio Cotral sulla linea Vignanello-Viterbo si sono riuniti in un comitato per denunciare le carenze del servizio. Fino a questo momento, sostengono, nessuno ha ascoltato le loro proteste, segnalate sia a Cotral che ai Comuni di residenza degli studenti. Si sono perfino rivolti ai carabinieri. E siamo solo ai primi giorni di scuola.

 

“Purtroppo - spiegano - i bus sono al completo. Il primo giorno di scuola l’autobus, uno di quelli più vecchi, poco prima di arrivare a Viterbo ha avuto un guasto e gli studenti sono dovuti salire su un altro mezzo dopo un tempo considerevole di attesa, arrivando in ritardo. Gli autobus, sovraccarichi, sulla montagna rallentano la corsa i ragazzi arrivano a scuola oltre l’orario di entrata. Un’altra volta, nella corsa di ritorno, è passato un solo pullman, ovviamente strapieno, e i nostri figli sono rimasti a piedi costringendo noi genitori a ricorrere a mezzi privati per riportare i ragazzi a casa. Vogliamo ricordare che la maggior parte degli studenti lasciati a piedi, pur possedendo l’abbonamento, sono minorenni e si potrebbe configurare l’ipotesi del reato di abbandono di minore”.

 

 

La fascia oraria più problematica è quella delle 14-14.30 perché di maggiore affluenza. I genitori hanno inviato mail ai Comuni di Vallerano e di Vignanello sollecitando l’intervento dei rispettivi sindaci e dei dirigenti scolastici. “Sarebbe auspicabile da parte del Cotral - concludono i genitori - un potenziamento della linea di collegamento Vignanello-Viterbo con autobus aggiuntivi nelle fasce di maggiore criticità e garantire una copertura anche nella fascia oraria 15-16”.