Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, delitto Bramucci. Ascoltati di nuovo la figlia e l'ex marito della cognata

  • a
  • a
  • a

Proseguono le indagini dei carabinieri - coordinate dal pubblico ministero Massimiliano Siddi - per fare completa luce sull’omicidio di Salvatore Bramucci, 58 anni, avvenuto il 7 agosto nelle campagne di Soriano nel Cimino in contrada Madonna di Loreto, a 50 metri dalla sua abitazione. Nei giorni scorsi l’Arma avrebbe nuovamente ascoltato la figlia maggiore di Bramucci.

Una decisione nata a seguito delle dichiarazioni circa la volontà dell’uomo di andare all’estero con la ragazza una volta risolti i suoi problemi con la giustizia. Per mettere in atto questa sua volontà, Bramucci avrebbe avuto denaro, tanto, molto più dei 47 mila euro di cui si parla nell’agendina trovata dopo il suo omicidio. Per questo i carabinieri avrebbero deciso di ascoltare nuovamente la figlia, già sentita nell’imminenza dell’agguato mortale teso al padre da un commando.

Tra le persone ascoltate dagli inquirenti ci sarebbe anche l’ex marito della cognata. L’uomo potrebbe essere stato chiamato a testimoniare sul giro di amicizie dell’ex moglie e sui frequentatori del bar di Roma in cui, ormai appare chiaro, si incontravano alcune delle persone a vario titolo coinvolte in questo giallo.

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 22 SETTEMBRE (Edicola digitale)