Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Roma-Viterbo, macchinista aggredita dai pendolari. Salvata da capotreno

  • a
  • a
  • a

"Ancora un’aggressione ai danni del personale Cotral. Questa volta ad essere picchiata è stata una macchinista a piazzale Flaminio. Se non ci fosse stato il capotreno sarebbe finita decisamente peggio. La macchinista, colpevole solo di condurre il treno in manovra, è stata trasportata in ambulanza all’ospedale". Lo fa sapere in una nota Faisa Cisal. Per il segretario di Roma e del Lazio del sindacato, Luciano Colacchi, "quanto successo ieri sera a piazzale Flaminio, lungo la ferrovia Roma- Viterbo, è nient’altro che il frutto dell’odio che Cotral sta scatenando contro i lavoratori per coprire i propri grossolani errori. Lavoratori che stanno solo subendo la riorganizzazione pittoresca, unilaterale e presuntuosa attuata dal management di Cotral".

Il riferimento è all’entrata in vigore dei nuovi orari di lavoro, con un aumento di circa 50 minuti di guida, sulle linee Roma- Viterbo e Roma-Lido, passate in gestione da Atac a Cotral lo scorso luglio. "Non tolleriamo più questo modo di fare dell’Azienda che decide senza alcun confronto, a dispetto delle regole, a ogni costo, producendo solo danno ai lavoratori, ai cittadini e all’utenza".

"Alla collega aggredita va la nostra piena solidarietà e vicinanza, siamo a sua disposizione. Alle Istituzioni, invece, ci rivolgiamo per chiedergli di fermare questo scempio che Cotral Spa sta mettendo in atto da giorni. Che si ripristini il rispetto del regolamento ferroviario", conclude il sindacato Faisa Cisal.