Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, morto Mario Scarnati. Addio all'ex sindaco di Fabrica di Roma

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

Non si è arreso fino all’ultimo alla malattia contro cui combatteva da mesi, in linea con la tempra coriacea che lo caratterizzava. E’ morto all’età di 73 anni Mario Scarnati, ex sindaco di Fabrica di Roma ed esponente politico di lungo corso, noto in tutta la provincia. Si è spento all’ospedale Belcolle, dove era ricoverato a seguito dell’aggravarsi delle sue condizioni, nella notte tra martedì e mercoledì. Scarnati ha indossato la fascia tricolore per ben 15 anni: il primo mandato dal 2001 al 2006, gli altri due consecutivi dal 2011 al 2019. Non potendosi ricandidare alle ultime elezioni, poi vinte da Claudio Ricci, aveva passato il testimone al figlio Enrico, che del padre aveva ricalcato le orme anche professionali, intraprendendo la carriera di consulente finanziario. 

 

Scarnati era quel che si dice un personaggio: in un ambiente “felpato” come quello della politica dove diplomazia, perifrasi, mezze misure e ipocrisia sono la regola, l’ex sindaco si distingueva per i toni e il linguaggio schietto e diretto. A volte ruvido fino alla spigolosità, mai si è sottratto alle polemiche, facendo in questo la gioia dei giornalisti, sempre a caccia di notizie. Al contrario di molti suoi colleghi, fedeli al motto del Conte zio di manzoniana memoria – sopire troncare, troncare sopire – Scarnati non sopiva né troncava. Anzi, forniva notizie. Tante le sue battaglie, a cominciare da quelle contro Talete e lo sperpero dei soldi per l’acquisto dei dearsenificatori. 
Dolore, tanta rabbia nei confronti dei nemici politici – e di nemici un personaggio così non poteva non averne – ma anche orgoglio nel messaggio che la figlia Maria ha scritto ieri sulla bacheca del padre: “Hai lottato come un leone, sei il nostro guerriero di ferro, la nostra roccia e il nostro faro, la nostra luce. Ti ringrazio per tutti questi anni, a volte difficili ma comunque bellissimi. Non avrei potuto avere un padre migliore di te. orgogliosa e grata di essere tua figlia. Ora riposa in pace e non ti preoccupare per noi. Ce la faremo. Forse. Non ora. Ora solo dolore feroce e spietato. Questa è il mio messaggio d'amore per mio Padre, Non ci dovrebbe essere posto per voi, i cialtroni, come dice lui, i falsi, lecchini/e, invidiosi, traditori, miserabili e vigliacchi, come vi appella il resto del mondo. Ma una cosa voglio che la sappiate: non l’avete mai, mai, scalfito”.

 

Tante le manifestazione di cordoglio da parte della politica: “Spinto sempre da un lodevole senso civico, Scarnati ha saputo impegnarsi al meglio al servizio della sua comunità locale e della pubblica amministrazione”, ha scritto il presidente della Provincia Alessandro Romoli. “Lascia un vuoto importante, è stato un amico sincero”, il commento del senatore di Forza Italia Francesco Battistoni, ricordando come con “il suo carattere sempre deciso e schietto, ha condotto battaglie importanti a tutela dell’ambiente, della salute pubblica e della sicurezza urbana”. “Con i suoi modi decisi e caparbi, ha sempre messo al centro l’interesse collettivo - ha aggiunto il commissario provinciale di FI Andrea Di Sorte - portando Fabrica di Roma ad essere una città moderna, accogliente, sicura, attenta all’ambiente ed a misura d’uomo”.