Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, poliziotta picchiata mentre difende ragazza. Il racconto: "Aggredita alle spalle". Arrestato 24enne a Tarquinia

  • a
  • a
  • a

Tarquinia, poliziotta massacrata di botte perché ha tentato di difendere una donna aggredita davanti a tutti e in pieno giorno. E’ accaduto qualche giorno fa nel parcheggio di un centro commerciale della cittadina. L’ispettore donna, in forza al commissariato di Tarquinia, era fuori servizio e si era recata al centro commerciale per fare spesa. Una volta arrivata nel parcheggio ha notato una coppia discutere in maniera animata con l’uomo, un 24enne, che stava alzando le mani sulla giovane di 19 anni. Una volta inquadrata meglio la situazione la poliziotta si è resa conto che i due li conosceva bene. Infatti più volte negli ultimi mesi gli agenti del commissariato sono intervenuti per i presunti maltrattamenti lamentati dalla donna che stava per essere aggredita nel parcheggio. L’uomo sarebbe stato responsabile - secondo quanto emerge dagli accertamenti della polizia - di numerosi maltrattamenti e soprusi ai danni della convivente tanto che da mesi il gip, dopo le prime informative delle forze dell’ordine, gli aveva imposto la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla donna. 

 

Ma il ragazzo continuava a fare come se quell’ordinanza del gip non fosse mai esistita non fermandosi davanti a nulla. Nemmeno ai poliziotti.
E qualche giorno fa a farne le spese è stata l’ispettore del commissariato. Una volta notata la lite nel parcheggio ha provato a mettersi nel mezzo per fermare l’uomo. Gli ha intimato di fermarsi ma per tutta risposta è stata brutalmente aggredita e colpita con pugni alla testa e al volto. La funzionaria è finita dunque al pronto soccorso, ferita. I sanitari le hanno dato la prognosi di una settimana.
Il 24enne quando si è reso conto di averla fatta grossa, ha tentato la fuga. Ma la poliziotta, seppur ferita e dolorante è riuscita a chiamare rinforzi. I suoi colleghi hanno dunque rintracciato l’aggressore poco lontano e lo hanno arrestato per le ipotesi di maltrattamenti in famiglia, resistenza e lesioni ai danni di un pubblico ufficiale.

 

Come detto si tratta di una vecchia conoscenza del commissariato. Giusto una settimana prima dell’aggressione alla poliziotta era stato arrestato e anche in quell’occasione si era scagliato contro gli agenti. Un’aggressione, quest’ultima, che è stata ripresa anche da alcune telecamere di sorveglianza installate nei pressi della via dove sono intervenuti i poliziotti.
Continua dunque l’attività di contrasto alla violenza di genere da parte degli agenti della Questura di Viterbo. 
Da inizio anno sono stati emessi 37 provvedimenti di ammonimento e 1 di sorveglianza speciale. Inoltre l’autorità giudiziaria ha emesso 18 misure cautelari legati alle indagini che sono state portate avanti dagli uffici della Questura dalla polizia in questi mesi.

"Sono stata aggredita alle spalle", dice la poliziotta raccontando l'aggressione.

SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 5 SETTEMBRE (Edicola digitale)