Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, ladri nell'isola ecologica di Civita Castellana. Rubato un furgone per la raccolta rifiuti

Alfredo Parroccini
  • a
  • a
  • a

Colpo grosso alla Sate, la società che gestisce il servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti solidi urbani. L’increscioso episodio è avvenuto nella notte tra il 30 e 31 agosto, lasciando sconcertati la dirigenza e gli stessi lavoratori della società che certamente non si aspettavano questa amara e dannosa sorpresa. 
In base ad una prima ricostruzione della dinamica dei fatti sembra che alcuni malviventi, dopo aver forzato il cancello di ingresso della struttura, ubicata in località Prataroni nella frazione di Sassacci, siano riusciti a penetrare all’interno dell’Isola Ecologica della società Sate trafugando con destrezza ed indisturbati il mezzo Daily Iveco.

 

 

Non si esclude l’ipotesi però che ad agire illecitamente possa essere stata soltanto una persona. Fatto sta che il furto, considerata la grandezza del mezzo rubato, è stato un atto clamoroso e pianificato con cura, difficilmente improvvisato. Il colpo è stato regolarmente denunciato dai responsabili della Sate alla stazione locale dei Carabinieri che hanno avviato le consuete indagini. Il Daily Iveco (35 quintali di stazza e dotato di cassone e di sponda) è un mezzo molto importante e funzionale per la raccolta dei rifiuti urbani della città in quanto viene utilizzato dalla società Sate per la raccolta dei cosiddetti “ ingombranti”. Il danno pertanto è considerevole.

 

 

Il mezzo infatti, pur essendo immatricolato nell’anno 2008, era in buono stato e svolgeva le sue quotidiane funzioni in maniera ottimale. Qualora non dovesse essere recuperato o ritrovato dalle Forze dell’ordine, la società Sate sarà costretta, per continuare ad offrire i suoi completi servizi alla cittadinanza falisca , ad acquistarne un altro. 
“Purtroppo il furto del Daily Iveco- dichiara Roberta Rossetti presidente della Sate che è una società a mista pubblica al 51% partecipata dal Comune di Civita Castellana- è un fulmine a ciel sereno. Non ci aspettavano un furto del genere. Mi dispiace soprattutto perché questo brutto episodio avviene in una fase nella quale ci stavamo attivando per rinnovare, in base alle nostre finanze, il parco dei mezzi della società al fine di garantire alla cittadinanza un servizio sempre più efficiente e soddisfacente. Il furto del mezzo ci costringerà a comprane uno nuovo perché il servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti è essenziale e assai utile. Deve pertanto proseguire senza intoppi”.