Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni. Durigon (Lega) a Tuscania: "Finalmente ci libereremo di Zingaretti”

  • a
  • a
  • a

Lavoro e sicurezza al centro del programma della Lega per il prossimo Governo. A parlarne è è stato il candidato al Senato Claudio Durigon, ospite del sindaco Fabio Bartolacci in una conviviale a Tuscania. 
“Ci attendono due appuntamenti fondamentali - ha detto Durigon - prima quello delle elezioni del 25 settembre, per il quale dovremo impegnarci con tutte le nostre forze, perché il centrodestra ha la seria possibilità di andare al Governo. Questa tornata elettorale sarà, inoltre, propedeutica alle elezioni regionali che ci saranno subito dopo. Lasciatemelo dire: di Zingaretti proprio non ne potevamo più. Finalmente se n’è andato, si è candidato in un collegio radical chic, dal quale speriamo di vederlo andare in Parlamento, in modo da potercene liberare”. 

 

Quindi, una carrellata su quelli che saranno i cavalli di battaglia di questa campagna elettorale: “Stop legge Fornero. Abbiamo già dato un ristoro con quota 100 che ha permesso di andare in pensione a 400 mila lavoratori. Il passaggio futuro sarebbe stato quota 41 che coinvolgerà circa 800 mila lavoratori. Questo nostro approccio al tema pensionistico darà, inoltre, supporto anche ai giovani”. “Avremo un autunno difficile - ha avvertito Durigon -. Saranno necessarie decisioni che solo un Governo politico può adottare. Prima il Covid, poi la guerra, cose che hanno rallentato l’economia italiana”.

 

 

Infine “stop sbarchi”; “iniziative per frenare il fenomeno delle baby gang, verso le quali il partito ha già individuato delle misure di contrasto precise”; e “pace fiscale. Ci sono 16 milioni di italiani che hanno delle cartelle esattoriali - ha concluso Durigon -. Bisogna capire che è giunto il momento di dire basta, tirare una linea e ripartire per uscire da questa impasse”.