Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, caro bollette. Il sindaco di Nepi spegne l'illuminazione di monumenti e palazzi

  • a
  • a
  • a

Il caro bollette per l’energia elettrica inizia a preoccupare anche i Comuni e il primo a muoversi, per ridurre i consumi, è quello di Nepi. Il sindaco Franco Vita (nella foto) domenica ha annunciato che da ieri le luci esterne di monumenti e palazzi pubblici non resteranno accese fino a tarda sera proprio per evitare che delle maxi bollette possano mettere in difficoltà le casse del Comune.

 

“In presenza del crescente costo dell’energia occorre attivare misure di contenimento dei costi ed entrare in una nuova mentalità in cui non esiste più il costo dell’energia ai livelli precedenti”, spiega Vita che aggiunge: “Contemporaneamente , anche in linea con quanto previsto dal regolamento urbanistico, solleciteremo che in tutte le nuove costruzioni sia presente sui loro tetti un impianto fotovoltaico. Un modo per avere energia pulita in modo indipendente e senza costi, tolti quelli di installazione”.

 

 

Un problema, quello del caro energia, che, parallelamente rischia di complicare anche la situazione di Talete. “La società - svela Vita - con una nota ha comunicato ai sindaci che sta affrontando un aumento straordinario del costo dell’energia , sollecitando l’entrata del socio privato”.