Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni. FdI entra in campagna elettorale

M. U.
  • a
  • a
  • a

FdI presenta i candidati schierati nei collegi uninominali e plurinominali che interessano Tuscia. La presentazione, ieri mattina, 25 agosto, da Schenardi: in prima fila i padroni di casa, ossia il confermatissimo Mauro Rotelli ed il coordinatore provinciale Massimo Giampieri, poi Rachele Silvestri, candidata al plurinominale per la Camera, Massimo Milani, capolista, e i due aspiranti senatori Andrea Augello e Cinzia Pellegrino. Dovevano essere presenti anche Isabella Rauti e Nicola Calandrini ma, per sopraggiunti eventi elettorali, i due non hanno potuto partecipare.

 

Sono dunque loro i volti ai quali gli elettori viterbesi, barrando il simbolo di FdI, potranno assegnare la preferenza. Mauro Rotelli, rispondendo alle domande della stampa, ha preferito tagliare corto sulla polemica relativa alla fiamma: “Non era una questione prioritaria, la classica polemica architettata ad hoc”. Più deciso, invece, sul green pass: “Obbligo? Molto dipenderà dalla situazione, ci auguriamo non si ripeta mai più quella trascorsa da qualche mese. Le chiusure sono state sbagliate, sia da un punto di vista economico che sanitario”. Si è mostrato ottimista, invece, Milani. Parlando di sondaggi, il coordinatore romano di FdI ha detto: “Il 25 noi prenderemo più di quanto ci viene attribuito ed il Pd meno. Se uscissimo da qui e chiedessimo ai passanti di scegliere tra Meloni e Letta, uno su due, e mi tengo molto stretto, ci risponderebbe Giorgia”. Ci sono poi Augello, che invita tutti i colleghi candidati a non abbassare la guardia, e Massimo Giampieri, il quale ironizza: “La mia candidatura? Un premio alla carriera. Siamo pronti a governare, dobbiamo convincere gli indecisi”.

 

Tante, tantissime le tematiche di cui i sei candidati hanno parlato. A fare un panorama dettagliato di quelle che sono le proposte dei meloniani, è stata Cinzia Pellegrino: “L’assistenzialismo può andar bene in fase di emergenza, ma poi bisogna promuovere percorsi virtuosi di ricerca del lavoro. Vogliamo aiutare le aziende che producono economia a pagare meno tasse, per questo introdurremo la flat tax al 15%, oltre a sostenere le imprese che assumono, aiutandole nel pagare i contributi previdenziali. Per quanto riguarda lo sport, nel programma c’è l’istituzione di borse di studio per meriti sportivi. Per la sicurezza, infine, vogliamo dare più risorse alle forze dell’ordine, sia in termini di personale che di strumenti. Inoltre, rifinanzieremo strade sicure e punteremo al blocco navale, per fermare la criminalità”.