Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, aggredisce la ex convivente. In carcere stalker seriale

  • a
  • a
  • a

Minacce, molestie e un’aggressione fisica alla ex fidanzata che aveva deciso di troncare la relazione con lui. Si sono aperte le porte del carcere per un quarantenne residente in provincia che è indagato per stalking ai danni di una donna con la quale ha avuto una relazione fino a qualche mese fa. Si tratta di uno stalker seriale che già in passato ha avuto comportamenti simili con donne che hanno avuto con lui delle relazioni sentimentali.
Le manette per il quarantenne sono scattate mercoledì quando gli agenti della squadra mobile hanno proceduto all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip di Viterbo. 

 

A richiederla la Procura dopo che sul tavolo dei pm era arrivata l’informativa della squadra mobile che ha indagato sul caso. A far scattare l’indagine era stata la denuncia della quarantenne che fino a qualche mese fa conviveva con l’uomo che ora è indagato per l’ipotesi di stalking.

 

Secondo quanto emerso dalle indagini l’uomo dopo la fine della loro relazione avrebbe iniziato a perseguitare la ex: pedinamenti, minacce, molestie e anche un caso di aggressione fisica. Un atteggiamento che aveva generato nella quarantenne un forte stato di ansia e paura per lei e per il figlio di un anno. Per questo è stato richiesto il carcere. L’uomo ora si trova ristretto in una cella del carcere di Mammagialla.
Il quarantenne in passato era stato già indagato per reati specifici e per comportamenti analoghi a quelli denunciati dalla ex convivente. Altre ex compagne, tre nello specifico, avevano raccontato di essere perseguitate, minacciate e pedinate. Per questo era già scattata per lui la misura di prevenzione della sorveglianza speciale che tuttavia, da quello che è emerso dalle indagini della squadra mobile, non è bastata a contenere i comportamenti dell’uomo.