Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Il fratello di Fabrizio Frizzi: "E' sempre rimasto legato alla Tuscia "

  • a
  • a
  • a

“Girava per le strade del paese con la sua bicicletta e non si fermava davanti alle salite. Aveva il suo gruppo di amici e a questo paese, dove ha trascorso la sua infanzia e la sua adolescenza, dove la mia famiglia aveva acquistato e ristrutturato una casa, è rimasto legato fino alla fine”. Con queste parole Fabio ha voluto ricordare suo fratello Fabrizio Frizzi, nel giorno in cui Bassano Romano ha conferito al presentatore la cittadinanza onoraria postuma e intitolato la Casa delle Culture e dei Popoli.

“Fulvio e Laura, i miei genitori, hanno iniziato ad amare Bassano grazie ai racconti di alcuni amici, poi, negli anni Sessanta, l’acquisto della casa che mio padre ristrutturò investendo via via i suoi guadagni. Non c’era appuntamento di lavoro importante che nel fine settimana potesse impedire a tutti noi di essere qui. Io - ha ricordato sorridendo Fabio - più grande di Fabrizio e studente universitario, sentivo stretti quegli obblighi del fine settimana. Fabrizio no, lui era felice, prendeva la sua bicicletta e raggiungeva gli amici. Alla notizia della cittadinanza onoraria postuma, sia io che Carlotta (la moglie di Fabrizio Frizzi ndr) ci siamo chiesti cosa lui avrebbe detto di fronte a questo gesto".

"Poi abbiamo concluso che teneva molto a Bassano e sarebbe stato immensamente grato”. Il sindaco Emanuele Maggi sulla Casa delle Culture e dei Popoli, ha spiegato: “Sarà un luogo aperto a tutti, senza distinzione di età, perché la cultura è di tutti, in queste sale chiunque potrà entrare. Fabrizio era uno di noi e sarà sempre con noi”. Bassano, infatti, non è stato solo il luogo del cuore, ma è anche il luogo dove il presentatore riposa, nella tomba di famiglia, accanto si suoi genitori.