Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Santa Rosa. Lavori sul percorso della Macchina. Cemento al posto dei sampietrini danneggiati

Mattia Ugolini
  • a
  • a
  • a

Santa Rosa, lavori sul percorso della Macchina e polemiche per le colate di cemento al posto dei sampietrini. Un vero e proprio restyling quello che sta avendo luogo in via Cavour, tappeto rosso dove, il 3 settembre, la Macchina di Santa Rosa tornerà a sfilare dopo due lunghissimi anni di attesa. Gli operai sono al lavoro da poco meno di una settimana, intenti a manutenere la pavimentazione sostituendo i sampietrini ormai danneggiati. La viabilità, per il momento, non è stata modificata: seppure siano presenti diverse transenne e le zone di scavo - con annessi macchinari - siano sulla strada principale, i divieti di sosta nei posteggi siti ai lati della carreggiata consentono comunque alle automobili di passare. Gli autobus, invece, hanno dovuto modificare il loro percorso. La circolare 1C, fino al termine dei lavori, transiterà all’esterno delle mura, effettuando un percorso che attraversa viale Diaz, viale Capocci, Via Rosselli, Piazza Verdi, Via Marconi e piazza del Sacrario. 

 

Proprio per quanto concerne il termine dei lavori, c’è da dire che il maltempo potrebbe giocare brutti scherzi. Data l’allerta meteo dei prossimi giorni, le operazioni di manutenzione potrebbero subire dei rallentamenti ma, ad oggi, Palazzo dei Priori scongiura il pericolo di una Santa Rosa tra transenne e buche, fatto inedito che, inutile dirlo, causerebbe notevoli disagi. Gli operai dovrebbero concludere i lavori subito dopo Ferragosto.
Inoltre, proprio in vista delle bombe d’acqua previste dagli esperti per questa settimana, il sindaco Frontini ha emanato un’apposita ordinanza atta a far pulire le caditoie nelle zone nevralgiche del traffico cittadino, onde evitare allagamenti e congestioni del traffico. Stando agli umori social, i viterbesi hanno accolto con piacere entrambe le iniziative, sia la manutenzione di via Cavour che la pulizia delle caditoie.

 

 

Tuttavia, una piccola macchia i cittadini l’hanno individuata nelle colate di cemento utilizzate per rattoppare i sampietrini mancanti di via del Corso e piazza delle Erbe. L’impopolare scelta di non optare per l’asfalto a freddo - utilizzato da tutte le precedenti amministrazioni, compresa quella Arena - è stata subito stroncata con commenti e giudizi al vetriolo. Effettivamente, il colpo d’occhio non è dei migliori, con il colore chiaro del cemento che va a stonare completamente con quello scuro, tendente al grigio, del classico pavé cittadino. Insomma, le idee ci sono e pure i buoni propositi. Tuttavia, si intravede ancora qualcosa di perfettibile in questi primi mesi di governo frontiniano.