Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, sanità. Aperto l'ambulatorio di fisioterpia alla cittadella della salute

  • a
  • a
  • a

Da oggi, 8 agosto,  al primo piano della cittadella della salute di Viterbo, all’interno dell’area poliambulatoriale è operativo il nuovo ambulatorio di fisioterapia. L’attivazione del servizio, in linea con la progettualità in essere era già in programma, al fine di potenziare i servizi di riabilitazione presenti sul territorio e di mettere in campo un’offerta riabilitativa che, nella città di Viterbo, si va a completare e ad integrare con i servizi erogati ai pazienti ricoverati a Belcolle e con l’assistenza domiciliare.

 

L’ambulatorio, inoltre, si aggiunge agli altri attivi nella rete riabilitativa aziendale che, avvalendosi di tecnologie di ultima generazione, consente di garantire continuità tra l’ospedale e il territorio, attraverso sistemi di valutazione integrata e la presa in carico dei differenti bisogni di salute dei cittadini assistiti. La rete, con il suo hub di Montefiascone, si avvale infatti degli ambulatori territoriali presenti nelle case della salute di Bagnoregio e Soriano nel Cimino, al Sant’Anna di Ronciglione, negli ospedali di Civita Castellana, Tarquinia e di Acquapendente e nel centro di cure primarie di Orte. A questi si aggiunge ora l’ambulatorio della cittadella della salute.

 

Al servizio si accede, direttamente e senza passare per il Cup, tramite la richiesta del medico di medicina generale o dello specialista, dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle 14.
Le attività riabilitative erogate vanno dalla tecar terapia alle onde d’urto, dal laser a scansione agli ultrasuoni, dalla magnetoterapia all’elettroterapia, oltre all’attività manuale garantita dai due fisioterapisti presenti nella struttura. Questa ampia offerta di salute è resa possibile grazie alla presenza di tecnologie di ultima generazione, collegate con tutti i nodi della sede e, in particolare, con il polo riabilitativo centrale di Montefiascone.
Inoltre, sono già in programma ulteriori implementazioni di servizi di teleassistenza e teleriabilitazione e l’attivazione di un sistema di valutazione digitale dei pazienti attraverso la pedana baropodometrica, che consente un percorso riabilitativo personalizzato, già presente negli altri nodi della rete aziendale.
“La riapertura, a livello territoriale dell’ambulatorio di fisioterapia di Viterbo – commenta il direttore generale della Asl, Daniela Donetti – viene incontro alle richieste del territorio, attraverso una risposta appropriata e più vicina ai cittadini, giustamente decontestualizzando il servizio dal setting ospedaliero, ma offrendo una adeguata presa in carico, particolarmente rivolta ai cittadini fragili che hanno difficoltà a raggiungere fisicamente il polo riabilitativo ma che, al contempo, sono collegati con questo - conclude Donetti -, attraverso i software di gestione digitale di cui è dotata la rete, per qualsiasi ulteriore necessità assistenziale”.