Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, cinghiali in piazza a Torre Alfina. Paura tra i residenti

Alessandro Quami
  • a
  • a
  • a

“Cinghiali a Torre Alfina: ho raccolto personalmente ripetute segnalazioni di cittadini che denunciano il problema ma nessuno dell’amministrazione comunale si muove. Per questo, in qualità di consigliere comunale, chiedo un intervento urgente per far sì che la sera i residenti di piazzale Sant’Angelo possano parcheggiare liberamente senza timore di essere aggrediti”. Il consigliere di minoranza Alessandro Brenci si fa portavoce degli abitanti di Torre Alfina, che si trovano di fronte a scene come quelle immortalate nelle foto che hanno inviato al rappresentante della Lega.

 

Il problema dei cinghiali nei centri urbani non è un’esclusiva di Torre Alfina, certo, ma anche nella frazione di Acquapendente i residenti si trovano gli animali sotto casa, nelle vie e piazze: un problema che l’amministrazione comunale, guidata dalla sindaca del Partito democratico, Alessandra Terrosi, deve affrontare, al pari dei colleghi e delle colleghe di molte altre parti d’Italia e anche della provincia di Viterbo.

 

Infatti, è di queste ore la richiesta di un altro partito di destra, Fratelli d’Italia, che chiedono alla sindaca di Viterbo di intervenire per risolvere il problema dei cinghiali: “E’ ormai un ritornello quotidiano le segnalazioni di tanti cittadini sull’emergenza cinghiali - recita la nota del gruppo consiliare di Fdi al Comune di Viterbo -. La presenza ormai strutturale e quotidiana in zone residenziali della città è una questione non più rinviabile. La sindaca Chiara Frontini in consiglio comunale più di due settimane fa aveva dichiarato di voler affrontare in maniera più strutturata la questione e ben venga. Siamo certi che si tratta di un problema spinoso e che esula dalla esclusiva competenza comunale ma l’emergenza sanitaria ci ha insegnato a lavorare su due binari paralleli e cioè, intanto mettere in sicurezza, per quanto possibile, i cittadini, e poi percorrere tutte le strade per poter risolvere strutturalmente e in modo definitivo il problema”. Misure del genere sarebbero valide anche ad Acquapendente e nella frazione di Torre Alfina.