Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, anagrafe e open day. Altolà dei sindacati alla giunta

  • a
  • a
  • a

Altolà alle iniziative prese unilateralmente senza discussione preventiva. Lo hanno dato alla sindaca Chiara Frontini i sindacati confederali mercoledì mattina durante un incontro chiesto dalle stesse sigle, sia “per rompere il ghiaccio” con la nuova inquilina di Palazzo dei Priori, sia per mettere un po’ di puntini sulle “i” in merito agli open day dell’anagrafe. I dipendenti che hanno aderito alle aperture straordinarie dell’ufficio di via Garbini si vedranno ovviamente pagare gli straordinari, ma è proprio questo uno dei principali nodi del contendere. 

 

Come spiega Stefania Pietroforte della Cgil Funzione pubblica, la coperta è corta e se la si tira da una parte si rischia di lasciare scoperta l’altra. “Il fondo per gli straordinari va usato con parsimonia e per circostanze straordinarie, quando invece quella dell’ufficio anagrafe è un’attività istituzionale ordinaria. Se finiamo il budget già ad agosto, poi rischiamo di trovarci in difficoltà”, nota la sindacalista, che sottolinea comunque il clima costruttivo in cui si è svolto l’incontro e la disponibilità manifestata dalla stessa Frontini. Erano presenti anche il segretario comunale Annalisa Puopolo e il dirigente del personale Romolo Rossetti.

 


 

“Abbiamo chiesto di incontrare la nuova sindaca perché volevamo innanzitutto avviare un rapporto con lei - continua Pietroforte -. Con l’occasione abbiamo fatto presenti quelle che a nostro avviso sono le criticità degli open day. Ne capiamo lo spirito, e capiamo anche la necessità di accelerare i tempi, ma quando si prendono certe decisioni vanno compiuti dei passaggi preventivi e attivati i canali sindacali”. In pratica, secondo i sindacati, anche le iniziative più meritorie, peraltro oggetto di promesse in campagna elettorale come in questo caso, vanno discusse e concordate. Soprattutto quando di mezzo ci sono i soldi, quelli appunto del fondo per gli straordinari. L’incontro è finito con le strette di mano: “Nessuna volontà di mettere i bastoni tra le ruote alla nuova amministrazione - conclude la rappresentante della Cgil Funzione pubblica - tant’è che la sindaca si è impegnata a consultarci per qualsiasi altra iniziativa in cui entrino in gioco retribuzione e orari di lavoro. Intanto ci rivedremo già a settembre per discutere di contrattazione”. Gli open day dell’anagrafe si concluderanno come da programma. Le prossime aperture straordinarie degli uffici di via Garbini nel weekend sono in calendario il 17 e 18 settembre e il 24 e 25, sempre con orario 8,30-13,30.