Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, degrado. “Sporcizia e poca sicurezza al Pilastro”

  • a
  • a
  • a

Altro quartiere, altro comitato. Anche il Pilastro imita viale Trento e si mette in proprio. Dal 22 luglio, infatti, anche una delle aree più popolose della città ha i suoi rappresentanti che tre giorni dopo, lunedì 25, hanno avuto modo di incontrare la sindaca Chiara Frontini, alla quale hanno fatto presente i numerosi problemi che interessano la zona. “Tra gli argomenti evidenziati - sottolineano dal comitato di quartiere - c’è il tema dell’ordine pubblico, la situazione disastrosa delle strade e la loro scarsa pulizia, l’eliminazione delle erbacce sia dai muretti che dai marciapiedi, i dossi sul cavalcavia di via Alessandro Volta, la revisione del piano di sicurezza in occasione delle partite di calcio allo stadio Enrico Rocchi, il recupero del parco pubblico tra viale Bruno Buozzi e via Scoiattoli e le potature degli alberi a ridosso delle abitazioni”.

 

“Vogliamo facilitare il collegamento tra i cittadini e l’amministrazione comunale, ma anche le altre realtà territoriali, nel rappresentare le diverse istanze che ad esso perverranno da parte dei residenti, con particolare riferimento alla popolazione anziana e più in difficoltà, nel provvedere autonomamente nella segnalazione di disservizi, carenze e proposte varie”. Hanno aderito al comitato di quartiere Luciano Barozzi, don Flavio Valeri, Valter Fiocchetti, Bruna Vagnetti, Assuntina Civitelli, Elio Tavani, Simone Agrumi, Alfredo Pacifici, Raffaele Paradisi, Luigi Orsini, Roberto Marchetti e Sandro Sordini. Per le segnalazioni, i residenti del Pilastro potranno rivolgersi direttamente ai componenti del comitato ma anche attraverso tre punti di ascolto (Centro sociale Pilastro, parrocchia Sacro Cuore, Pizzeria del Pilastro).

 

Il Comitato promuoverà periodici incontri con l’amministrazione comunale, il primo dei quali, come detto, si è già tenuto lunedì 25. Oltre alla sindaca Chiara Frontini era presente anche l’assessore Emanuele Aronne. Ad entrambi sono state rappresentate numerose istanze e problematiche che affliggono il quartiere da anni abbandonato a se stesso. Il comitato ha inoltre avanzato la proposta di disciplinare il pericoloso incrocio tra viale Bruno Buozzi e la Tangenziale Ovest con una rotatoria. “Le risposte pervenute dalla sindaca Frontini - concludono dal comitato di quartiere del Pilastro - lasciano ben sperare su una diversa attenzione e sensibilità verso le esigenze della zona in cui viviamo e su un sollecito intervento su problematiche di più facile soluzione”.