Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, vaccino Covid: 1.800 over 60 hanno ricevuto la quarta dose

Beatrice Masci
  • a
  • a
  • a

Il Covid prosegue la sua corsa, anche se gli ultimi dati attestano un - seppur minimo - rallentamento. Sabato i ricoverati erano 55, due settimane fa erano arrivati a 58. Purtroppo non mancano i decessi: due nella giornata di sabato e addirittura quattro pochi giorni prima. Il rallentamento dei positivi - secondo i dati forniti dalla Asl - è lieve ma costante. Sabato i positivi accertati erano 216, contro i 377 del sabato precedente. Venerdì scorso erano 251, contro i 361 del venerdì precedente. Lo stesso è successo nella giornata di giovedì: 354 positivi accertati, contro i 412 certificati il giovedì precedente. Infine, per quanto concerne il tasso di positività, in ambito regionale, nella giornata di venerdì, su un totale di 31.999 tamponi, di cui 27.205 test antigenici, si sono registrati 6.108 nuovi casi con un tasso di positività pari al 19%. 

 

Sul fronte dei ricoveri, nella Tuscia i reparti occupati restano quello di medicina, sia a Belcolle che a Montefiascone, sia il reparto di malattie infettive dell’ospedale viterbese. Nessuna emergenza, chiarisce la Asl, ma qualche difficoltà sì, visto che c’è il personale di tre reparti impegnato sul fronte Covid. Tuttavia, chiarisce la Asl, questo non ha impedito di proseguire con gli interventi programmati. Sul fronte delle vaccinazioni con la quarta dose agli over 60 e agli over 12 con patologie, fino a venerdì scorso erano 1.800 i cittadini vaccinati, mentre 1.500 quelli prenotati. Fino al 6 agosto l’agenda delle prenotazioni resterà aperta con le attuali modalità. Successivamente, sulla base delle richieste, potrà essere rivista, con la possibilità di riduzione di orari e giorni di accesso ai centri vaccinali.

 

Non ha infatti senso, spiega la Asl, tenere aperto un centro vaccinale come la Grotticella, ad esempio, per tutta la settimana quando ci sono giorni in cui si presenta una sola persona. In questi giorni, essendo l’agenda delle vaccinazioni aperta, è capitato che al centro si siano presentate anche persone senza prenotazione. Nessuno è stato rimandato indietro, ma, nel rispetto delle regole anti assembramento, è stato comunque preso in carico.