Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, la giunta comunale costa 33 mila euro al mese

Massimiliano Conti 
  • a
  • a
  • a

Ammonta a 33 mila euro al mese il costo della giunta comunale in base agli aumenti delle indennità previsti dalla legge numero 234 del 2021, che ha rideterminato gli importi dei sindaci e degli amministratori locali parametrandoli sui trattamenti dei presidenti di Regione. 
E’ di mercoledì scorso la determina della segretaria comunale Annalisa Puopolo che ha stabilito gli importi con decorrenza 30 giugno. 
La somma stanziata fino alla fine del 2022 è di 215 mila euro, 191 mila dei quali destinati alle buste paga del sindaco e degli assessori e 24 mila euro a quella della presidente del Consiglio comunale Letizia Chiatti
L’indennità della sindaca sale dalle 4.509 euro percepite dal “povero” Giovanni Arena ai 6.826 lordi di Chiara Frontini. Quella del vicesindaco teoricamente passa da 3.382 euro a 5.120 ma l’interessato, Alfonso Antoniozzi, percepirà solo la metà della somma, 2.560 euro, perché già titolare di un contratto di lavoro dipendente. 
Idem l’assessore allo sviluppo economico Silvio Franco, professore universitario all’Università della Tuscia, che percepirà 2.048 euro al mese lordi, la metà dell’indennità degli altri assessori (4.096 euro). Ma la festa per i nuovi amministratori non finirà quest’anno. 

 

La legge 234/2021, passata sopra i cadaveri dei Cinque Stelle con buona pace di un decennio di lotte contro i privilegi di piccole e grandi caste, prevede altri due scatti. 
Il primo, nel 2023, porterà ulteriori 1.171 euro nella busta paga della sindaca, che a regime, nel 2024, guadagnerà il 114% in più rispetto a quanto guadagnava Arena: 9.660 euro lorde. 
Le indennità degli assessori e del presidente del Consiglio comunale saliranno a 4.813 nel 2023 e 5.796 nel 2024. Quella del vicesindaco passerà sulla carta dagli attuali 5.120 euro, ai 6.016 del 2023 e infine ai 7.245 del 2024. 
Se sulla poltrona continuerà a sedersi Antoniozzi l’importo continuerà ad essere dimezzato. L’assessore alla bellezza Vittorio Sgarbi, come noto, ha rinunciato invece allo stipendio

 


Infine, ai costi della nuova amministrazione comunale, bisogna ora aggiungere quelli dello staff della sindaca Chiara Frontini, composto da tre persone, di cui un part time e due a tempo pieno. 
Si tratta, nell’ordine, di Emanuele Ricucci, giornalista e già addetto stampa di del sindaco di Sutri Vittorio Sgarbi, di Sofia Buzzi e Martina Indiveri. Lo stipendio si aggira intorno ai 1.700 euro lordi, che nel caso di Ricucci si dimezza.