Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, omicida prende a pugni agente in carcere. Chiesta la perizia psichiatrica

V. T.
  • a
  • a
  • a

Sferrò un pugno a un ispettore della polizia penitenziaria mentre era recluso a Mammagialla il 20 luglio del 2019. Chiesta dalla difesa la perizia psichiatrica sull’imputato, un detenuto 58enne di Latina, di origini messinesi, con alle spalle diversi precedenti, tra i quali una condanna per un omicidio commesso nel marzo del 1998 a Latina. Il giudice Elisabetta Massini, sentite le parti, ha ritenuto necessario acquisire la cartella sanitaria del 58enne, attualmente recluso nel penitenziario di Poggio Reale di Napoli, per valutare le condizioni psichiatriche e decidere sull’istanza difensiva. “Quel giorno ero in servizio e in occasione di una perquisizione da effettuare nella stanza detentiva l’imputato cercò uno scontro fisico con l’ispettore . In quel momento scoppiò una colluttazione e finimmo per terra. Quando sembrò calmarsi lo lasciammo, ma lui si rialzò e tirò un pugno all’ispettore colpendolo a una tempia”. Si torna in aula il primo dicembre.