Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, caldo record per due giorni. Si toccano i 37 gradi

  • a
  • a
  • a

Altre due giornate bollenti in città. Oggi 21 luglio e domani 22 nella città dei Papi scatta il bollino rosso per le ondate di calore secondo l’allerta del Ministero della Salute che appunto ha dato l’allerta massima per quanto riguarda il capoluogo della Tuscia.
Dopo giorni di temperature record oggi e domani la colonnina salirà ancora al livello 3, quello massimo. Per oggi sono previsti 26 gradi alle 8 di mattina, 35 a mezzogiorno con una temperatura percepita che sarà di 37 gradi. Domani la situazione sarà ancora più bollente: 26 gradi alle 8 di mattina, 37 a mezzogiorno. Insomma, uscire nelle ore centrali della giornata sarà un’avventura, oltre che un rischio per le persone fragili.
Il bollettino, emesso dal dipartimento della protezione civile e pubblicato sul portale del ministero della Salute, parla chiaro. Giorni di caldo intenso con il fine settimana che potrebbe essere sulla stessa linea d’onda. A tal proposito, il settore Servizi sociali del Comune di Viterbo, con l’intento di prevenire gli effetti negativi del caldo sulla salute, in particolar modo delle persone più fragili, ricorda alcuni consigli: non uscire nelle ore più calde, assicurare una buona areazione nei locali in cui si staziona e accendere (se c’è la possibilità) l’aria condizionata, evitando temperature troppo basse, bere molti liquidi, evitare l’assunzione di bevande alcoliche e moderare quella di bevande contenenti caffeina, fare pasti leggeri, vestire con indumenti comodi e leggeri, in auto ventilare l’abitacolo, evitare la sosta al sole e l’utilizzo nelle ore più calde, segnalare ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di intervento. 

 

Gli anziani soli che hanno necessità di contattare il servizio sociale possono farlo, negli orari lavorativi, al numero 0761. 348567, fuori dagli orari di servizio è in funzione il Pronto intervento sociale attivabile tramite le forze dell’ordine. Le varie squadre di protezione civile per ora sono allertate solo per il pericolo incendi ma, come accaduto lo scorso anno, potrebbe essere chiesto il loro aiuto per distribuire acqua ai turisti e ai passanti.

 

In pronto soccorso, nonostante le temperature record di questa estate, gli accessi sono in linea con quelli delle passate stagioni calde. Rimanendo alla Asl martedì mattina, dopo un sopralluogo in diverse sale d’attesa di ambulatori e strutture sanitarie di Viterbo, Orte e Tarquinia, è stato deciso l’acquisto di 15 condizionatori portatili per rendere meno infernale l’attesa in quei locali trasformati nei giorni scorsi in veri e propri forni.