Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo Francigena, arrivano 4 nuovi bus alimentati a gasolio

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

Quattro nuovi bus urbani corti alimentati a gasolio per potenziare la flotta della società Francigena e il trasporto pubblico locale. Li ha acquistati il Comune di Viterbo grazie a un finanziamento regionale da 552 mila euro. In origine, il contributo era parte di uno stanziamento più ampio, da oltre un milione di euro, che prevedeva la compartecipazione di Palazzo dei Priori, il quale avrebbe dovuto acquistare in leasing altri quattro mezzi per poi cederli in comodato d’uso all’azienda partecipata. A darne notizia era stato a fine marzo 2021, in risposta a un’interrogazione presentata in Consiglio comunale dal capogruppo del Pd Alvaro Ricci, l’allora assessore Enrico Contardo.

In questo senso, la determina con cui nei giorni scorsi il dirigente della polizia locale Mauro Vinciotti ha impegnato per il 2022 la somma erogata dalla Regione per l’acquisto dei mezzi chiama in causa il Dl 34/2020 il quale, “al fine di favorire lo sviluppo degli investimenti ed il perseguimento più rapido ed efficace degli obiettivi di rinnovo del materiale rotabile” destinato al trasporto, prevede che “per le Regioni, gli enti locali e i gestori di servizi di trasporto pubblico locale o regionale, non si applicano fino al 31 dicembre 2024 le disposizioni che prevedono un cofinanziamento dei soggetti beneficiari nell’acquisto dei mezzi”.

In pratica Palazzo dei Priori è stato sollevato da ogni onere come condizione per accedere al contributo. I quattro nuovi bus corti euro 6 andranno, come detto, a rafforzare il parco mezzi della Francigena che negli ultimi anni, tra guasti e obsolescenza, si è ridotto ai minimi termini. Più in generale l’obiettivo è spingere i viterbesi ad usare i mezzi pubblici anziché quelli privati. In una città con il tasso di motorizzazione (numero di auto per abitante) tra i più alti d’Italia (secondo posto dopo Aosta) si tratta di una missione quasi impossibile. Ma tant’è. Anche nel programma elettorale della neo eletta sindaca Chiara Frontini, il rafforzamento del Tpl appare tra i punti salienti. “Rafforzeremo il trasporto pubblico interno al centro storico con l’acquisto di minibus a zero impatto ambientale, car pooling, car sharing e mobilità elettrica, anche ciclabile”, ha promesso la leader civica.