Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, da lunedì taser in dotazione alle forze dell'ordine

  • a
  • a
  • a

Da lunedì le forze dell’ordine di Viterbo e Rieti avranno in dotazione il taser durante i servizi di pattugliamento nelle due province. Ad annunciarlo ieri è stato il sottosegretario al ministero degli Interni, Nicola Molteni. “La pistola a impulsi elettrici, che è già in dotazione a polizia, carabinieri e finanza in tutto il Paese - ha spiegato Molteni - dal 25 luglio sarà destinata agli operatori di pubblica sicurezza delle province di Viterbo e di Rieti che si occupano di prevenzione e di controllo del territorio. L’utilizzo operativo di quest'arma non letale, di difesa e non di violenza, è stato avviato, con un crono-programma partito il 14 marzo scorso, dopo un’articolata fase di sperimentazione e un periodo di addestramento da parte degli operatori interessati”.

Negli ultimi quattro mesi, infatti, ciascun poliziotto, carabiniere e finanziere ha sostenuto un corso di una settimana, sia pratico che teorico, per conoscere meglio l’utilizzo della pistola a impulsi elettrici. Quando e come utilizzarla, e le conseguenze che potrebbe avere per il malcapitato di turno. Un paio di giorni fa, per riportare l’ultimo caso, il taser è stato utilizzato dai carabinieri di Ovindoli, in provincia de L’Aquila, dove un 45enne, armato di machete e in stato di alterazione, stava minacciando sia i passanti che i militari.

L’uomo è stato immobilizzato in strada dagli stessi carabinieri proprio grazie agli impulsi elettrici della pistola. E’ rimasto stordito a terra per alcuni secondi, tanto è bastato ai militari per avvicinarsi, disarmarlo e mettergli le manette ai polsi. Impiego del taser che nel caso del 45enne abruzzese “è stato necessario ed ha rispettato la normativa vigente e tutte le direttive ministeriali recentemente diramate - hanno spiegato dal comando provinciale dei carabinieri de L’Aquila - Nella circostanza, infatti, è stato anche attivato il protocollo sanitario con l’intervento contestuale di un’ambulanza del 118. Nessun pericolo per la salute della persona, arrestata e soccorsa dopo essere stata attinta dai dardi elettrici del taser”.