Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Guida furgone con la patente del cugino, condannato

  • a
  • a
  • a

 Si spacciò per il cugino mostrando ai poliziotti che lo fermarono la patente del parente: condannato a un anno un fioraio di origini campane che a giugno del 2016, nel corso di un controllo sulla Tuscanese, rilasciò false generalità agli agenti della polizia stradale.  
Il fioraio, proprio insieme al cugino e a un altro uomo, anch’egli campano, sono imputati anche in un altro procedimento, che vede il terzetto accusato di aver favorito la latitanza di due killer della camorra che furono arrestati sulla Cassia Sud a marzo 2016. L’uomo, nel procedimento in questione, ha dovuto rispondere di falsa attestazione a un pubblico ufficiale sulla propria identità.