Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Santa Rosa. Giulio Della Rocca: “Vanno esposte tutte le Macchine”

R. V.
  • a
  • a
  • a

Giulio Della Rocca (nella foto) propone di esporre a settembre tutte le vecchie Macchine di Santa Rosa. In una lettera aperta a Chiara Frontini, chiede quindi di prendere in seria considerazione quest’idea, che, a suo dire, produrrebbe ricadute economiche molto importanti.
“Il prossimo 3 settembre - dice - la nuova sindaca farà partire Gloria e ci ritroveremo tutti stretti intorno ai nostri 117 eroi che, ancora una volta, quasi per magia, porteranno la Santa fino in cima ad una salita impossibile sorretti da ali di folla felici. Ma le vecchie Macchine? Sapete cosa succede ad esse? Fanno da nido per i piccioni nel capannone dove vengono riposte in attesa di disintegrarsi come è avvenuto per Volo degli Angeli”. 

 

E allora, prosegue, “perché non esporle da Porta Romana al Santuario, in corrispondenza delle soste della Macchina attuale? Basta soltanto mettere dei nuovi led per l’illuminazione. Sapete che significherebbe tutto ciò? Innanzitutto, che nel mese di agosto servirebbero molti elettricisti, artisti, artigiani, ingegneri e architetti: quindi lavoro, economia, soldi che girano. Poi che a Viterbo per un mese, settembre, tutti i bar e i ristoranti lavorerebbero talmente tanto da dover aggiungere personale viterbese. La città sarebbe meta di centinaia di migliaia di turisti. I B&B sarebbero sold out e la città avrebbe un improvviso gettito di liquidità”. 

 


Ma i soldi? “Ci sono - conclude - 4 milioni di avanzo di bilancio. Vanno spesi ora”.