Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, morte Alfredino Lucaccioni. La famiglia ringrazia la città per l'affetto. I tifosi: "Una targa al Rocchi"

  • a
  • a
  • a

La famiglia Lucaccioni ha voluto inviare un messaggio di ringraziamento a quanti hanno partecipato al dolore per la prematura perdita di Alfredino, storico tifoso gialloblù per oltre mezzo secolo.

 

“Per noi è un momento molto triste che sarà difficile da superare, La mancanza del nostro carissimo Alfredo sarà incolmabile, ma dobbiamo affrontarla uniti e forti come abbiamo sempre fatto, perché lui è sempre tra noi - scrivono i familiari del Barbieretto -. Vogliamo ringraziare l'intera città di Viterbo, i tifosi della Viterbese, l’ex presidente della Viterbese Piero Camilli, il nostro grande amico Diego Foresti (ex dg gialloblù, ora a Catanzaro), il nuovo sindaco di Viterbo Chiara Frontini, il vescovo Lino Fumagalli e tutte le testate giornalistiche per il grande affetto e il bene voluto al nostro caro Alfredo. La mamma Liliana, la moglie Carla, le figlie Chiara, Sara e Sonia, i generi Matteo, Alessio e Dario e la piccola Aurora”.

 

E da più parti la tifoseria della Viterbese, colpita e sconvolta per questa ennesima gravissima perdita, ora chiede al Comune di Viterbo, proprietario dello stadio “Enrico Rocchi”, la possibilità di apporre una targa su quello che per mezzo secolo è stato il seggiolino di Alfredino alla Palazzina, in quella tanto amata fila H che per una vita è stata la sua casa è dove la sua famiglia tornerà a partire dalla prossima stagione. Un modo per onorare la memoria di un tifoso che ha dato tantissimo alla Viterbese e alla comunità gialloblù, che resterà nei cuori di molti e che ora merita di essere ricordato adeguatamente.