Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Chiara Frontini pronta a svelare la giunta. La squadra è pronta. I nomi dei papabili assessori

Mattia Ugolini
  • a
  • a
  • a

Comune, Frontini già al lavoro per comporre la nuova giunta, che potrebbe essere presentata addirittura oggi mercoledì 29 giugno. La leader civica, fresca di insediamento dopo il trionfo al ballottaggio, si è già sistemata nel suo ufficio per predisporre i primi provvedimenti e, soprattutto, scegliere la sua squadra. Oltre ai 32 consiglieri comunali, 21 dei quali in orbita Viterbo2020, il neosindaco deve nominare i suoi assessori ed i consiglieri delegati. Come detto, l’elenco dei nuovi titolari degli assessorati potrebbe arrivare oggi ma, sulla carta, c’è tempo fino al prossimo 10 luglio, giorno del primo Consiglio comunale dell’era Frontini. Tra i nomi in pole ci sono quelli di tre fedelissimi: Alfonso Antoniozzi, Patrizia Notaristefano e Letizia Chiatti. Per il primo, come annunciato, si prospetta la nomina alla Cultura, settore che verrebbe diviso in quattro: il lirico assessore vero e proprio, Vittorio Sgarbi alla Bellezza, Umberto Di Fusco al Turismo e la delega a Santa Rosa alla stessa Frontini, che si terrebbe anche quella al Personale. Per Notaristefano, invece, sembrerebbe profilarsi una nomina ai Servizi Sociali, sempre che non si unisca alla maggioranza anche FdI, che ambirebbe a piazzare proprio in quel settore Antonella Sberna. Il destino di Chiatti, invece, si interseca con quello di Marco Ciorba: uno dei due farà il presidente del Consiglio, l’altro si prenderà una delega, probabilmente al Volontariato.

 

Ci sono poi Marco Metelli, al quale spetterebbe la delega alla Polizia Municipale, ed Emanuele Aronne, architetto e prossimo assessore all’Urbanistica. Completa l’elenco Melania Perazzini, candidata con la lista “La Tuscia nel Cuore”, la cui destinazione non è ancora stabilita.

 

 

È lecito aspettarsi, oltre ai nomi indicati, diverse nomine esterne, soprattutto in assessorati chiave come Bilancio, Lavori Pubblici e Sviluppo Economico. Ci sarà poi l’istituzione di un nuovo assessorato, quello alla Sburocratizzazione, il cui prossimo titolare non è ancora noto. Nel frattempo, Frontini ha anche fatto arredare il suo ufficio, che non è quello in cui ha lavorato il suo predecessore Giovanni Arena ma quello utilizzato precedentemente da Gabbianelli, Marini e Ciambella. Dettagli che fanno la differenza.