Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, ballottaggio. Disfatta del Pd: perde sia in centro che in periferia. La mappa del voto seggio per seggio

Mattia Ugolini
  • a
  • a
  • a

Frontini stravince nelle periferie, Troncarelli si aggiudica solo tre sezioni nelle frazioni. La larga vittoria di Chiara Frontini su Alessandra Troncarelli, in verità, non lascia spazio alle interpretazioni, con la leader civica che ha concluso nettamente davanti in 63 sezioni su 66 totali (clicca qui per consultare i voti seggio per seggio).
Il Patto Civico, in particolare, ha staccato notevolmente il centrosinistra nelle periferie: ad esempio, al Carmine, su cinque sezioni, Troncarelli non è mai andata sopra al 37%, con Frontini che alla numero quattro ha sfiorato addirittura il 72%. Per Troncarelli è andata anche peggio alla sezione numero 23, la Alessandro Volta, seggio del quartiere Pilastro, dove i civici hanno superato la soglia del 75% e i dem sono rimasti inchiodati al 24%. Anche all’Ellera, uno dei seggi più grandi, Troncarelli non è riuscita a migliorare lo score: in quattro sezioni i risultati oscillano tra il 24 (minimo, alla numero 63) ed il 37% (massimo, alla 25). Pressappoco lo stesso all’Egidi, con Frontini sempre sopra il 60% e l’avversaria sempre sotto il 40%. 

 

La musica non è cambiata nemmeno all’Itis, dove Frontini alla numero 19 ha incassato più del 70%. Passando ai seggi del centro storico, alla Cesare Pinzi stesso copione delle periferie, mentre alla Fantappiè e al Paolo Savi il centrosinistra è riuscito a superare il 40% solo in tre sezioni su nove complessive. Nelle frazioni, dove ci si aspettava una rimonta dell’esponente del Partito democratico, Frontini è riuscita a tenere botta e, anzi, ha concesso solo tre sezioni su ventuno: Troncarelli si è imposta solamente in una a Sant’Angelo e in due di Grotte Santo Stefano, il resto è stato letteralmente mangiato dalla neosindaca. Anche i “seggi speciali” di Belcolle e Villa Immacolata sono andati a Frontini: 55-44% e 57-42%. 

 


Insomma, la mappa del voto legittima la vittoria di Viterbo2020, che ora dovrebbe anche aggiudicarsi il ventunesimo consigliere comunale in virtù del 65% maturato globalmente. Un dettaglio rassicurante per la prossima giunta, che potrà contare su un’ampia maggioranza in Sala d’Ercole: contando anche il possibile appoggio esterno che potrebbe arrivare da Fratelli d’Italia e Luisa Ciambella, si toccherebbe la quota monstre di 25 consiglieri su 32.