Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, festa guardia di Finanza. Controlli sul reddito di cittadinanza: 2 milioni percepiti in maniera illecita | Foto

  • a
  • a
  • a

Sono 192 gli evasori totali scoperti in provincia dalla Finanza, che nell’ultimo anno e mezzo ha denunciato 84 persone per reati tributari e sequestrato 5,9 milioni di euro. Sono queste alcune delle attività portate a termine dal 1° gennaio 2021 dalle fiamme gialle, che ieri hanno celebrato il 248° anniversario della fondazione.

 

Per l’occasione c’è stata l’intitolazione della sala briefing del Comando provinciale alla memoria del luogotenente Giuseppe Costantini. “Le attività investigative e di analisi sui crediti d’imposta agevolativi - sottolineano dal Comando di Viterbo -, hanno permesso il sequestro di 5,9 milioni di euro. Individuati 192 evasori totali e 551 lavoratori in nero o irregolari. Le persone denunciate per reati tributari sono state 84, mentre il valore dei beni sequestrati quali profitto di evasione e frodi fiscali è di 5,9 milioni”. Ammontano, invece, a 56 gli interventi in materia di accise, anche a tutela del mercato dei carburanti. “Le indagini non hanno riguardato solo i bonus fiscali ma anche contributi a fondo perduto e finanziamenti bancari, oggetto di 78 controlli, che hanno portato alla denuncia di 4 persone per l’indebita richiesta di 859 mila euro”. Gli interventi in materia di spesa pubblica sono stati 380, con 296 denunciati e 97 segnalati alla Corte dei Conti per danni erariali pari a 25,7 milioni, 2,9 milioni dei quali in danno alle risorse destinate alla sanità. I controlli sul reddito di cittadinanza hanno portato alla scoperta di illeciti per 1,9 milioni - e alla denuncia di 168 persone. Impegno importante è stato dedicato al controllo degli appalti.

 

“Le persone denunciate per corruzione e altri delitti contro la pubblica amministrazione sono state 15. Il valore delle procedure contrattuali irregolari è stato di 12,5 milioni, di cui 2,9 milioni di spesa sanitaria”. Sul fronte del riciclaggio sono stati eseguiti 4 interventi, che hanno portato alla denuncia di 7 persone, mentre ammontano a 16 mila 700 euro i sequestri di banconote false. Passando ai reati fallimentari, la Finanza ha accertato patrimoni distratti per 17,8 milioni. “In applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 42 persone, con provvedimenti di sequestro e confisca per 9,5 milioni”. Il contrasto al traffico di droga ha portato all’arresto di 4 persone ed al sequestro di 168 chili tra hashish, marijuana, cocaina. Sul versante della contraffazione sono stati eseguiti 113 interventi, sequestrati oltre 272 mila prodotti contraffatti e denunciate 17 persone. L’attività a tutela dei consumatori è stata orientata anche al contrasto dell’illecita commercializzazione dei dispositivi di prevenzione anti Covid, con il sequestro di 26 mila mascherine e la denuncia di tre persone per frode in commercio e truffa. “Dal 23 febbraio - concludono dal Comando provinciale -, con l’inizio della guerra in Ucraina sono stati avviati accertamenti economico-patrimoniali su persone ed entità colpiti dai provvedimenti restrittivi dell’Unione europea. Eseguita una misura di congelamento nei confronti di una persona, intestatario di beni immobili per un valore di 625 mila euro”.