Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni comunali. La mappa del prossimo Consiglio

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

In attesa che venga ultimato il riconteggio e che il numero delle preferenze dei candidati sia definitivo e ufficiale, ecco una mappa di come potrebbe essere il prossimo consiglio comunale, a seconda di chi tra le duellanti Chiara Frontini e Alessandra Troncarelli uscirà vincitrice dal ballottaggio di domenica 26. L’attribuzione dei seggi avviene, per la cronaca, tramite il metodo d’Hondt.

 

In caso di vittoria della Frontini, i venti scranni spettanti alla maggioranza potrebbero essere così distribuiti: 7 a Viterbo 2020, 5 a Con Chiara per Viterbo, 4 a Viterbo cambia, 2 a Tuscia nel cuore, 1 a Viterbo fa squadra, 1 alla lista di Sgarbi Io apro Rinascimento. All’opposizione spettano 12 consiglieri. Per quanto riguarda le liste di sostegno alla Troncarelli, oltre a quello riservato alla candidata sindaco, 3 andrebbero al Pd, 1 a Noi insieme per Viterbo e 1 a Viterbo dei cittadini. Due scranni a Fratelli d’Italia, 1 a Claudio Ubertini e 1 Luisa Ciambella. Non è chiaro invece per quale delle liste di questi ultimi due candidati sindaco scatterà il secondo seggio, se per quella della Lega o per quella Per il bene comune. Per saperlo, bisognerà attendere i risultati definitivi del voto di lista. In caso invece di vittoria di Alessandra Troncarelli, al Pd andrebbero 8 consiglieri, 4 a Noi insieme per Viterbo, 3 a Viterbo dei cittadini, 2 a Viterbo cresce, 1 al M5S, 1 a Fare per Viterbo e 1 alla lista Contatto. Per quanto riguarda i 12 consiglieri di opposizione, la distribuzione potrebbe essere questa: oltre allo scranno per la Frontini, 2 a Viterbo 2020, 2 a Con Chiara per Viterbo, 1 a Viterbo cambia, 1 a Laura Allegrini, 2 a Fratelli d’Italia, 1 alla Ciambella e 1 a Ubertini. Per gli ultimi posti vale il discorso fatto prima nel caso di vittoria della Frontini.

 

Per sapere da chi saranno occupati questi scranni bisognerà aspettare i dati definitivi delle preferenze, attesi per la mattinata di oggi (ma dati gli errori madornali commessi nei seggi non è da escludere un ulteriore slittamento dei tempi). A 44 sezioni su 66 ufficializzate questi erano ieri i più votati delle varie liste. Nel Pd Lina Delle Monache (381 preferenze), Alvaro Ricci (301) e Sonia Perà (180). In Fratelli d’Italia Antonella Sberna (609), Matteo Achilli (382), Gianluca Grancini (298), Marco De Carolis (256) e Donatella Salvatori (253). In Viterbo 2020 Patrizia Notaristefano (236), Umberto Di Fusco (232), Letizia Chiatti (220) e Marco Nunzi (217). In Viterbo fa squadra Marco Ciorba (160). In Con Chiara per Viterbo Emanuele Aronne (144). Nella Lega Andrea Micci (231), Stefano Evangelista (167) ed Elisa Cepparotti (160). Nel listone FI-Fondazione-Udc Giulio Marini (257), Alessia Mancini (207) e Paolo Barbieri (120). Nella lista Viterbo cresce Elpidio Micci (490), Isabella Lotti (361) e Giovanni Arena (164). Nel M5S le 60 preferenze (parziali) di Massimo Erbetti e le 39 di Ombretta Riccetti spiccano nei quasi deserto generale. Nella lista Per il Bene comune il più votato è invece Stefano Calcagnini (146 preferenze), seguito da Giuseppe Giulianelli (133). La neomeloniana Antonella Sberna e il forzista Elpidio Micci si confermano anche in questa tornata come le due più grandi macchine da voti.