Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Frecciarossa a Orte. La Regione stanzia 2 milioni e mezzo per la fermata

  • a
  • a
  • a

Dopo l’annuncio dei giorni scorsi ora arrivano anche i soldi. La Regione mette sul piatto circa 2 milioni e mezzo per proseguire la sperimentazione del Frecciarossa a Orte per 12 mesi. Per un altro anno i treni ad alta velocità continueranno a fermarsi nella stazione in attesa di arrivare a un accordo definitivo che l’assessore regionale ai Trasporti Mauro Alessandri nei giorni scorsi ha dato per certo.
Ieri la giunta regionale del Lazio ha approvato la delibera per l’avvio di un nuovo servizio sperimentale di 2 treni ad Alta Velocità Napoli-Roma-Milano che opereranno una fermata intermedia alla stazione di Orte per i prossimi 12 mesi. 

 

Il bilancio regionale ha stanziato un importo complessivo di 2.431.000 euro e la Direzione regionale Infrastrutture e Mobilità è stata ora incaricata dello svolgimento della manifestazione di interesse per individuare l’operatore economico a cui affidare il servizio e dare così continuità alla sperimentazione del progetto già attivato negli ultimi 12 mesi. La scorsa settimana era scattato l’allarme dopo le che prenotazioni erano state sospese per qualche giorno. Poi è arrivata la proroga della Regione.

 

“Grazie a questa delibera manteniamo la promessa fatta ai tanti cittadini che in questo ultimo periodo hanno potuto usufruire di un servizio efficiente, comodo e moderno nel quale crediamo molto. La fermata di Orte sulla tratta ad Alta Velocità Napoli-Roma-Milano è assolutamente strategica per tutto il nostro territorio, per questo, dopo gli ottimi risultati che ha dato in questa prima fase di sperimentazione, abbiamo deciso, in accordo con Trenitalia, di rinnovare il servizio per altri 12 mesi, con l’obiettivo di rendere definitiva la fermata di Orte in questa tratta dell’Alta velocità”, ha dichiarato Mauro Alessandri.