Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, lavori fermi a via Belvedere di Civita Castellana: traffico alternato da quasi tre anni

Alfredo Parroccini
  • a
  • a
  • a

Civita Castellana, a novembre sono ben tre anni che il traffico veicolare lungo un tratto della trafficata via “Belvedere Falerii Veteres” è regolato, in senso alternato di marcia, dal semaforo. Da allora i cittadini di Civita Castellana attendono con impazienza che la viabilità venga finalmente ripristinata in maniera completa e che la zona, colpita dagli smottamenti a causa del maltempo avvenuti nel novembre del 2019 (periodo in cui amministrava la Giunta Caprioli), venga sistemata dall’amministrazione comunale civitonica.

 

Visto il silenzio sovrano che regnava sulla vicenda, nel mese di marzo Rifondazione Comunista aveva sollecitato il Comune di Civita Castellana ad intervenire dichiarando che “la Giunta con delibera n.87 del 9/11/2020 aveva approvato il progetto definitivo dando atto che la copertura finanziaria complessiva per i lavori era di 460.000 euro, assicurata mediante mutuo da contrarre con la Cassa Depositi e prestiti”. La sollecitazione di Rifondazione Comunista aveva provocato la reazione dell’ex assessore ai Lavori Pubblici Carlo Angeletti (sostituito a sorpresa dopo il recente rimpasto di Giunta caratterizzato dal rientro nella maggioranza di Forza Italia) che “rassicurava gli uomini del Partito di via delle Palme in quanto i lavori del Belvedere Falerii Veteres risultavano essere già tra le priorità dell’Amministrazione da realizzare insieme alle asfaltature delle strade cittadine”.

 

Sul piano strettamente finanziario Angeletti puntualizzava anche che “l’Amministrazione Giampieri aveva provveduto ad inoltrare presso l’Agenzia regionale di Protezione Civile una apposita richiesta di contributo per la quale era in attesa di formale riscontro”. Insomma sulla carta e sulla base delle dichiarazioni ufficiali dell’ente comunale, l’intervento di messa in sicurezza e di sistemazione di via Belvedere Falerii Veteres nonché il regolare ripristino della circolazione stradale siano davvero imminenti o sul punto di partire quanto prima. “Ci auguriamo- commentano alcuni cittadini che in questi giorni stanno discutendo animatamente l’argomento sui social- che dalle parole si passi ai fatti. Non è più tollerabile che il traffico venga ancora regolato dal semaforo”.