Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni comunali. Luisa Ciambella: "Occorre un piano per riqualificare Porta Romana e Porta Fiorentina”

  • a
  • a
  • a

Riappropriarsi degli spazi della città per costruire un ambienta vitale, sicuro e vivibile. Questi i concetti espressi dalla candidata sindaca Luisa Ciambella nel corso dell’incontro che si è tenuto ieri mattina, 4 giugno,  nel bar Lux di via Trento. “Per noi - ha detto Luisa Ciambella - rigenerare Viterbo è vitalità concreta: occorre intervenire senza indugio con risorse mirate e un piano di riqualificazione attivo delle aree di accesso alla città”.

 

Due le zone di intervento evidenziate: Porta Fiorentina e Porta Romana. “L’area di Porta Romana - ha detto Ciambella - è, insieme a Porta Fiorentina, l’altro emisfero del volto di Viterbo. Un’area fondamentale non solo per la sua funzione di snodo viario e ferroviario, ma anche di transito quotidiano tra la vita dentro e fuori le mura. Una porta che va riaperta al vivere, dove potersi intrattenere senza frenesie, ripensando radicalmente la funzione degli spazi adiacenti le mura, permettendo di collegare in modo opportuno e funzionale la stazione di Porta Romana con l’accesso pedonale alla città. Il tutto, rimettendo mano al sistema dei parcheggi e della viabilità per migliorare la vivibilità di via Mariano Romiti e per far rinascere dall’abbandono il complesso monumentale della chiesa di Santa Maria delle Fortezze".

 

"Aree importanti come quelle di Porta Fiorentina e Porta Romana hanno bisogno di un’anima nuova, un’anima di legalità che va condivisa e ripensata anche con le scuole. Occorre educare i giovani a sostenere il lavoro delle forze dell’ordine per far vivere meglio la città. Come ci ricorda un grande conoscitore di anime del nostro tempo - ha concluso il suo intervento Luisa Ciambella - ‘ci dicono spesso di fare attenzione alla mela marcia perché una mela marcia rovina le mele buone. Noi, invece, siamo convinti che succeda il contrario: che le mele buone facciano diventare buona la mela marcia’. Costruire il #BeneComune significa far rinascere Viterbo, sapendo che le idee positive sono la migliore cura al degrado”.