Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni comunali. Taglia (FdI): “Troncarelli faccia chiarezza su presunte pressioni a dipendenti Asl”

B. M.
  • a
  • a
  • a

Claudio Taglia, candidato consigliere comunale per Fratelli d’Italia, interviene sulle presunte pressioni esercitate sui dipendenti Asl al fine di farli candidare nelle liste di Alessandra Troncarelli. “Mi associo con convinzione alle parole della consigliera regionale Chiara Colosimo. Le indiscrezioni uscite venerdì sul Corriere di Viterbo - afferma Taglia - qualora dovessero corrispondere a verità, andrebbero a delineare uno scenario piuttosto inquietante per la politica viterbese e laziale”. 

 

Il Corriere, lo ricordiamo, si è occupato delle presunte pressioni esercitate sui dipendenti dell’Asl da delle figure che, ad oggi, risultano indefinite. “L’obiettivo di queste insistenze - evidenzia Taglia - si apprende dall’articolo, sarebbe stato quello di far candidare i sanitari all’interno delle liste a sostegno della candidata del centrosinistra, Alessandra Troncarelli. Rimanendo sempre su una posizione garantista e quindi lontana dal vestire i panni dell’inquisitore, non posso non esprimere la mia più profonda preoccupazione per questa oscura vicenda. Pertanto, mi appello alla candidata Troncarelli e alla sua coalizione, affinché, al più presto, possa essere fatta piena chiarezza sulla questione. Anche io, che sono un medico, da molti anni sono impegnato in politica. Ma questo mio impegno è sempre stato guidato dalla volontà di fare del bene alla comunità. Mai, nella mia vita lavorativa e politica, è capitato che qualcuno mi pressasse per candidarmi o, peggio ancora, che io accettassi una candidatura per trarre qualche beneficio a livello professionale”. 

 

 

 

Le imminenti elezioni, ricorda il candidato di FdI, sono di cruciale importanza per il destino di Viterbo: “E’ bene che, a prescindere dal vincitore, questa campagna elettorale non diventi teatro di eventi degni di luoghi dove non vige la democrazia. Per questo, tutte le ombre e i sospetti emersi in queste ore devono essere scacciati. Lo dobbiamo a tutti i cittadini, già sfiancati dalla pandemia e dai sanguinosi rincari delle bollette e dei prezzi”.