Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni comunali a Ronciglione. A dieci giorni dal voto va deserto il Consiglio

M. C.
  • a
  • a
  • a

Ronciglione, brutto scivolone per l’amministrazione uscente a meno di due settimane dalle elezioni. Il Consiglio comunale di ieri mattina, 31 maggio, con all’ordine del giorno punti importanti come il piano finanziario degli interventi relativi al servizio di gestione dei rifiuti – è saltato per mancanza del numero legale

 

Il sindaco Mario Mengoni aveva già annunciato la sua assenza alla seduta per impegni istituzionali, il resto della maggioranza si è accodato. 

 


 

“Oggi abbiamo assistito a un bruttissima pagina politica - attacca l’ex sindaco e attuale consigliere comunale Alessandro Giovagnoli - . Se il sindaco non poteva essere presente, che bisogno c’era di far saltare la seduta. A tenere il numero legale c’eravamo noi della minoranza e qualora fossimo usciti dall’aula al momento della conta l’amministrazione avrebbe avuto buon gioco a far ricadere su di noi la responsabilità. Peraltro fino a pochi minuti prima dell’inizio della seduta per i corridoi del comune si aggirava il consigliere di maggioranza Massimo Chiodi. Con lui saremmo arrivati a sette consiglieri su 12 presenti e quindi il numero legale ci sarebbe stato”.
Per Alessandro Giovagnoli l’episodio che si è verificato ieri mattina è “l’ennesima dimostrazione dello scarso senso delle istituzioni posseduto da chi si candida a governare per altri 5 anni il paese”.