Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Vigili del fuoco, a Viterbo da giovedì il raduno nazionale

  • a
  • a
  • a

A Viterbo, da giovedì a sabato, si svolgerà  27esimo raduno dell’Associazione nazionale dei vigili del fuoco. Questa edizione, la prima dopo la forzata interruzione a causa del Covid, sarà incentrata sul messaggio “Insieme per la sicurezza e la memoria storica”, essendo lo scopo principale della manifestazione, dicono gli organizzatori, “la promozione della cultura e della sicurezza nei diversi ambiti della vita individuale e associata, anche attraverso la custodia e la valorizzazione delle tradizioni dei vigili del fuoco”. 
Sono in programma convegni, sfilate, musica e non mancherà lo spazio per i bambini, con Pompieropoli. Accanto agli eventi culturali e di approfondimento (venerdì alle 10.30 convegno sulla prevenzione degli incendi nei luoghi di lavoro presso l’Auditorium dell’Unitus e alle 16 convegno sulla sicurezza al campo sportivo della Grotticella), tanto spazio, come detto, alla musica. Si parte giovedì alle 19, in piazza Unità d’Italia, con lo spazio giovani che prevede band in concerto e spettacoli. La musica caratterizzerà anche la serata di venerdì (ancora band nello spazio giovani dalle 19 e il concerto della banda nazionale del Corpo, in programma in piazza San Lorenzo alle ore 21,30).
Non mancherà lo spazio dedicato ai bambini, con Pompieropoli, in piazza del Plebiscito, dove sono previsti percorsi per i più piccoli nel segno dell’inclusività. La tre giorni prevede anche mostre e sport. Giovedì alle ore 11,30, nell’ex chiesa degli Almadiani, sarà inaugurata la mostra dedicata ai cimeli e alle attrezzature dei vigili del fuoco, mentre alle ore 15, in piazza Verdi, sarà aperta l’esposizione degli automezzi storici e moderni del Corpo. Per quanto concerne lo sport, venerdì alle ore 16 si terrà la finale del torneo di calcio a sette Interforze, a seguire, alle ore 18, in piazza Unità d’Italia, seguirà la premiazione del torneo. Sabato, giornata conclusiva del raduno, alle ore 9 è in programma, nel Duomo di San Lorenzo, la messa celebrata dal vescovo. Seguirà poi la sfilata per le vie della città. Il corteo partirà da piazza San Lorenzo per concludersi in piazza Martiri d’Ungheria, dove si terrà la cerimonia ufficiale di chiusura del raduno e l’ammaina bandiera.