Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, lago di Bolsena. A Marta torna la sagra del lattarino. Il programma

Danilo Piovani 
  • a
  • a
  • a

Grande cerimonia d’apertura venerdì per la sagra del lattarino, che si è svolta in fondo al lungolago passeggiata, a ridosso del fiume Marta. Tutto si è svolto secondo il programma: alle ore 7 del mattino, i pescatori, muniti di contenitori, hanno consegnato i lattarini freschi appena pescati nel lago agli addetti della sagra. Subito dopo i pesciolini sono stati lavati e preparati per essere fritti al momento e serviti ai buongustai. 

 

 

Alle 10, si è svolta la riunione dei volontari e dei cuochi per l’assegnazione dei compiti, coordinati dal presidente, il pescatore, Giuliano Rocchi. E alle 17 sono stati aperti gli stand della 45esima edizione della sagra del lattarino. L’evento è proseguito ieri e continuerà anche oggi quando, alle ore 15.30, sarà introdotto dalla sfilata della banda musicale “E. Montesi" di Marta, che accompagnerà il corteo fino al gigantesco padellone, posizionato al centro dell’area verde. 

 

 

Marta ha quindi indossato l’abito migliore per accogliere turisti e visitatori che da sempre a migliaia, invadono il paese, per gustare il più piccolo e gustoso pesce del lago di Bolsena. Dopo due anni di stop, dovuti al Covid, l’importante manifestazione ha spiegato di nuovo le vele, con un equipaggio composto da pescatori, cuochi ed inservienti, pronti a lavorare con professionalità per far fare bella figura al loro paese e alle sue grandi specialità. 
Il prezzo del menù è lo stesso degli anni scorsi e nell’ormai tradizionale piatto di coccio, quest’anno di forma rotonda, verranno serviti i lattarini fritti e le pizzette fritte; ci sarà anche un menù per celiaci.
Un appuntamento imperdibile che richiama migliaia di persone provenienti da tutte le Regioni d’Italia e anche dall’estero. 
Il circo culturale Alberto Lisoni e i pescatori di Marta intanto, hanno messo a disposizione le aree parcheggio nelle periferie del paese, mentre sul lungolago è stata allestita la fiera-mercato “Samarcanda… di tutto un po'”, e all’interno dell’area predisposta per la sagra è stato allestito un banco vendita di lattarini e pesce di lago, gestito dagli stessi pescatori.