Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Tarquinia, Semi di pace inaugura l'emporio della solidarietà

  • a
  • a
  • a

Tarquinia, inaugurato alla cittadella di Semi di pace l’emporio della solidarietà; il presidente Luca Bondi commenta: “Quarantadue anni fa siamo partiti da un pacchetto di pasta: oggi potete vedere che cosa è stato possibile realizzare impegnandoci con costanza, serietà, professionalità ogni giorno e soprattutto allargando la rete di collaborazioni. Benvenuti all’Emporio della solidarietà”. Queste le dichiarazioni entusiastiche di Bondi che martedì ha concluso la serie di interventi istituzionali che hanno preceduto la vera e propria inaugurazione dell’Emporio. 
Circa 150 gli ospiti: rappresentanti istituzionali, referenti della rete solidale, volontari e beneficiari del servizio. Nina Maurizi, responsabile della Progettazione sociale di Semi di pace, ha presentato la nuova iniziativa, ed Erika Biagioni, segretaria generale, ha ringraziato uno per uno, chiamandoli sul palco, i volontari che hanno reso possibile la realizzazione dell’Emporio. 

 


Sono sempre di più le famiglie italiane in difficoltà, soprattutto anziani, ai quali si sono aggiunti nell’ultimo mese i rifugiati ucraini, ebbene l’Emporio offre loro beni di prima necessità, il sostentamento per chi ne ha bisogno e questo grazie all’aiuto di tante realtà istituzionali e non che Bondi ha ringraziato di cuore. Sarà, inoltre, operativo anche un centro di ascolto permanente, per rispondere più adeguatamente alle loro difficoltà e criticità della vita quotidiana. 
Presenti all’evento i rappresentanti di moltissime istituzioni, dal comune di Tarquinia a quello di Monte Romano, forze dell’ordine, rappresentanti della diocesi, della Asl di Viterbo, della Cri, della Caritas della Diocesi di Civitavecchia e Tarquinia, dell’Esercito, di polizia e carabinieri, il pastore della Chiesa battista di Civitavecchia e il pastore del Nazareno, il rappresentante della Comunità ortodossa di Viterbo, il presidente di Viterbo con amore e il responsabile Fead Emporio della solidarietà Viterbo. Innumerevoli le testimonianze di apprezzamento. 

 


Bondi ha ringraziato poi l’Unicop Tirreno, Eurospin e la Conad di Tarquinia; Unicredit Fondo Carta Etica, la Fondazione Carivit, l’Azienda agricola Renzo Viscarelli e l’ Azienda agricola Giuliano Mancinelli e tutti coloro che offrono valido aiuto al progetto.